Bracciano, ambiente Minnucci (pd): “sabato in windsurf per salvare il lago”

“Un sabato ‘green’ all’insegna dello sport per salvare il nostro Lago e proseguire la protesta contro Acea che, incurante delle condizioni del bacino, prosegue con le captazioni delle acque il cui livello continua a scendere inesorabilmente.

lago-di-bracciano

“Un sabato ‘green’ all’insegna dello sport per salvare il nostro Lago e proseguire la protesta contro Acea che, incurante delle condizioni del bacino, prosegue con le captazioni delle acque il cui livello continua a scendere inesorabilmente. L’iniziativa del prossimo week end, che vedrà la partecipazione di tutti coloro che vivono il lago quasi quotidianamente praticando vela, surf e windsurf, testimonia la volontà del mondo sportivo di difendere una risorsa ambientale che non può essere abbandonata al suo triste destino. Così come detto in passato, per scongiurare il disastro ambientale abbiamo bisogno dell’impegno di tutti e, in modo particolare, dei nostri concittadini che, preoccupati e indignati dall’atteggiamento indifferente di Acea e della stessa Virginia Raggi, hanno il dovere di far sentire la loro voce anche attraverso manifestazioni di questo tenore”. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, che sabato parteciperà alla manifestazione ‘Il windsurf per il lago’ organizzata dall’Aics (Associazione italiana cultura e sport) in collaborazione con il centro Surf Bracciano, con il Windsurfing Passion, con l’Associazione Italiana di Salvamento, con la rivista Windnews e con Ecovelaplay.

CITTÀ METROPOLITANA, ASCANI – MINNUCCI (PD): “GRILLINI LASCIANO IL CONSIGLIO PER NON AFFRONTARE LA QUESTIONE RIFIUTI”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quello che è accaduto ieri nel corso del Consiglio Metropolitano è un fatto molto grave che fa riflettere sul modo di amministrare del Movimento cinquestelle. I Consiglieri Metropolitani grillini di Roma Capitale, infatti, nel momento della discussione della mozione presentata dal gruppo ‘Le Città della Metropoli’ sulla questione rifiuti, hanno abbandonato l’aula facendo automaticamente mancare il numero legale e rendendo di fatto impossibile la sua votazione. Un atteggiamento che ha leso lo spirito democratico della discussione annientando inevitabilmente l’azione delle forze politiche di opposizione che, con la mozione, intendevano chiedere una rivisitazione del documento inviato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale ai 120 sindaci del territorio per l’individuazione di siti alternativi e idonei a ospitare impianti di trattamento, recupero e smaltimento rifiuti. Se i grillini pensano che quello dei rifiuti sia un tema da trattare nelle segrete stanze del Campidoglio magari in video conferenza con Genova hanno capito male: il problema dei rifiuti di Roma è un argomento che necessita di essere affrontato collegialmente con tutti i sindaci e gli amministratori del nostro territorio al fine di trovare insieme una soluzione adeguata nel rispetto delle norme comunitarie e per una corretta gestione. La Raggi e il burattinaio ligure non possono pensare che, per difendere l’immagine della Sindaca e di conseguenza di tutto il movimento, i rifiuti di Roma possano essere trasferiti in provincia senza consultare tutti quegli amministratori locali che quotidianamente offrono il loro contributo e il loro impegno ai loro territori e alle loro comunità”. Lo hanno riferito in una nota congiunta il capogruppo de ‘Le Città delle Metropoli’ in Consiglio Metropolitano, Federico Ascani, e il deputato PD, Emiliano Minnucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento