Calcio, ancora Juve, Lazio battuta per 2 a 0

Tutto resta immutato ,  cambiano i fattori ma il prodotto non cambia . Confermata  la supremazia bianconera che si aggiudica la settima  supercoppa  italiana, in terra d'Oriente , annichilendo la Lazio con un rotondo 2 a 0 firmato dai nuovi...

163756313-1931c062-5304-4ffa-9db0-f343f1d28818

Tutto resta immutato , cambiano i fattori ma il prodotto non cambia . Confermata la supremazia bianconera che si aggiudica la settima supercoppa italiana, in terra d'Oriente , annichilendo la Lazio con un rotondo 2 a 0 firmato dai nuovi Mandzukic e Dybala.

Primo tempo scialbo , figlio di una preparazione approssimativa di ambedue le squadre , ripresa a ritmi bassi vitalizzata dalla maggiore caratura tecnica dei zebrati, abbinata ad una mentalità vincente e una fame mai sopita. Le aquile non alzano le ali , smembrate e senza linfa,

incappano nella quinta sconfitta consecutiva ,sicuramente la più amara, e tornano a Roma a testa bassa. Tanti i nodi da sciogliere nei prossimi giorni, lo spareggio champions incombe,

il Bayern Leverkusen e'un avversario tosto, e ci vuole un rapido cambio di marcia .

Troppi elementi a corto di fiato , con la pancia piena e senza grinta. Positivi gli innesti nel finale dei fiammeggianti Morrison e Kishna , tardivo il loro ingresso in campo da parte di un Pioli rassicurante a fine partita , che , evidentemente ha visto un altro match.

LE SCELTE

Nella Lazio out per squalifica Lulic e Parolo , Pioli si affida al collaudato tridente composto da

Candreva-Klose e Felipe Anderson. In panchina i nuovi acquisti Morrison, Kishna e Milinkovic.

Salutati Tevez, Pirlo e Vidal, Il tecnico toscano deve fare a meno degli infortunati Asomoah, Chiellini ,Khedira e Morata. Recupera Barzagli mentre in attacco esordio per Mandzukic coadiuvato da Coman.

IL MATCH

Le condizioni atmosferiche , gran caldo e forte vento e il pessimo stato del prato verde ( a tratti)

condizionano la gara. Tanto pressing a centrocampo , ma molta confusione per i duellanti, il gioco è' spezzettato la manovre sono poco fluide . L'unico sussulto arriva al 27 ' da Lichsteiner, con un un tiro che termina alto sopra la traversa.

Basta poco nella ripresa , alla Juve per aggiudicarsi la coppa. Accelera leggermente i ritmi e Mandzukic suona il primo campanello d'allarme. Liberato da Pogba in area di rigore si fa ipnotizzare da Marchetti che gli chiude lo specchio della porta. Ancora il giovane francese poco dopo spedisce di poco alto. Onazi, per la Lazio risponde con un tiro fiacco. I tecnici cambiano qualche pedina: Allegri inserisce Dybala per Coman. Pioli risponde con Djiordjevic per Klose.

La Lazio cala ancora i ritmi, i bianconeri pigiano sull'accelleratore. Nel giro di cinque minuti , dal 24' al 29' le zebre chiudono l'incontro . Prima Mandzukic con una zuccata vincente si fa perdonare l'errore precedente, poi Dybala fulmina Marchetti in area di rigore su assist di Pogba.

Il tecnico laziale getta nella mischia le nuove leve Kishna e Morrison che regalano vivacità e velocità , ma non sono sufficienti a scardinare la collaudatissima difesa bianconera. Dopo la coppa Italia la Juve conquista anche la Suoercoppa. Biancocelesti amareggiati e con tanti interrogativi. La stagione è appena iniziata, ma occorre darsi una svegliata.

Roberto Mattei

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Colleferro, passata l’euforia per Amazon e Leroy Merlin, arrivano i licenziamenti ed i dubbi sulla sostenibilità ambientale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento