menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
LAPR1085_mediagallery-article

LAPR1085_mediagallery-article

Calcio, Dybala inguaia Pioli

La Juventus supera la Lazio per 2 a 0 e conquista la quinta vittoria consecutiva in campionato salendo a 27 punti in classifica. Prosegue il periodo buio della Lazio in chiarissima crisi psicologica , sfiduciata e senza forza di reazione. GLI...


La Juventus supera la Lazio per 2 a 0 e conquista la quinta vittoria consecutiva in campionato salendo a 27 punti in classifica. Prosegue il periodo buio della Lazio in chiarissima crisi psicologica , sfiduciata e senza forza di reazione.


GLI SCHIERAMENTI


Allegri conferma il 3-5-2 con Asamoah schierato come interno di centrocampo con Lichtsteiner e Alex Sandro sulle corsie laterali . In avanti conferma per Mandzukic e Dybala, ancora panchina per Morata.


Pioli si affida al 4-2-3-1 con Klose come riferimento offensivo. Alle sue spalle agiscono Candreva , Milinkovic e Kishna preferito ad Anderson. Biglia e Parolo a protezione della difesa.


PRIMO TEMPO


Lazio subito colpita a freddo al 7' . Al primo affondo i bianconeri passano in vantaggio. Dybala sulla sinistra crossa in mezzo un pallone forte e teso che Gentiletti devia nella propria porta. I romani faticano a reagire , i bianconeri pressano alto e non lasciano spazio all'impostazione biancoazzurra . Pungenti sono le incursioni di Dybala e Alex Sandro in avanti.


Si allenta la morsa juventina , la Lazio guadagna campo , ma sono sterili le proposizioni offensive. Buffon e' inoperoso. Molto possesso palla inconcludente , poca velocità . Emergono grossi limiti caratteriali e di personalità . Le zebre controllano agevolmente e ripartono in contropiede. Dybala e"incontenibile. Al 32' firma il raddoppio con un grande gesto tecnico. Mandzukic gli serve un pallone che l'argentino controlla e al volo spara un fendente che si spegne nell'angolino basso. Punteggio , forse troppo severo per la truppa di Pioli , cinismo esasperato per l' implacabile armata bianconera, letale e fredda nei momenti decisivi.


SECONDO TEMPO


Pioli prova a svegliare il reparto offensivo con gli ingressi di Anderson e Keita per Kishna e Candreva ma il copione è sempre lo stesso. Circolazione di palla a ritmi bassi che facilità le rapide accelerazioni dell'imprendibile Dybala in transizione. Si accende Milinkovic , primo tiro in porta che Buffon controlla in sicurezza. Ci prova anche Parolo su punizione e poi Keita ma le soluzioni sono centrali e senza nerbo. La partita scivola via , senza particolari emozioni. Dagli spalti un ironico "ole" accompagna i fraseggi biancoazzurri. Pioli sconsolato , con lo sguardo perso nel vuoto , abbassa la testa mestamente. Forse, siamo ai titoli di coda.


Roberto Mattei




Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento