menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio, secondo stop consecutivo per la Lazio di Pioli

Per l'ottava volta consecutiva la maledizione rossoblu si abbatte sui biancoazzurri. Seconda sconfitta consecutiva e sogni di gloria che evaporano nella gelida notte romana.

Per l'ottava volta consecutiva la maledizione rossoblu si abbatte sui biancoazzurri. Seconda sconfitta consecutiva e sogni di gloria che evaporano nella gelida notte romana. Decisivo un rigore di Perotti al 30' con espulsione del portiere Marchetti ma anche tanta sfortuna per i romani che colpiscono due pali con Biglia e Mauri. LE SCELTE Gasperini inserisce Izzo al posto di Burdisso assente per squalifica. In attacco tridente con Niang, Falque e Perotti. Pioli recupera De Vrij e Radu in difesa. Confermati Klose con Candreva e Mauri ai lati. Felipe Anderson parte dalla panchina. IL MATCH Partenza lanciata per la Lazio , subito pericolosa. Perin al 7' con l'aiuto del palo sventa una punizione di Biglia. Ancora il portiere rossoblu si supera su un tiro ravvicinato di Candreva. I biancocelesti sono sempre alti, rapidi nella circolazione della palla e pressano a tutto campo. I genoani agiscono di rimessa e con Niang creano buone transizioni. La partita e' nervosa, la posta in palio e'alta. Fioccano i cartellini gialli. Vengono ammoniti I laziali Cana e Mauri ( fuori ad Udine) e il genoano Bertolacci. Al 27', l'episodio che decide la partita. Marchetti stende Niang lanciato a rete. Cartellino rosso,infrazione alla costola e Lazio in dieci, fuori Cataldi e dentro Berisha a difendere i pali. Perotti dagli undici metri e' letale. La partita cambia, i liguri in superiorità numerica sono padroni del campo. Niang fa impazzire Basta sulla sinistra, Bertolacci dirige il traffico con maestria. I romani accusano il colpo. Dopo la pausa, Pioli getta nella mischia il jolly brasileiro Felipe Anderson sacrificando un evanescente Candreva. Niang e Falque sfiorano in più'occasioni il raddoppio , Biglia, sempre su punizione sfiora la traversa. La Lazio in dieci fatica maledettamente ad organizzare una manovra fluida. Anderson produce un paio di accellerazioni , esteticamente superbe ma sterili nello sviluppo del gioco. Il Genoa ha il pallino in mano ma non finalizza, smarrendosi ai limiti dell'area di rigore. Ancora sfortuna Lazio con Mauri che colpisce il secondo legno e manca di poco un gol capolavoro con una spettacolare rovesciata. Ci prova anche Keita nel finale a dare un sussulto alle manovre biancazzurre , ma il risultato non cambia. Roberto Mattei

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento