menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
original-2

original-2

Calcio, un tempo a testa per Toro e Lazio. Biglia su rigore replica a Belotti

Lazio e Toro si dividono la posta in palio dopo una partita  entusiasmante. Al vantaggio granata con Belotti al 12' , risponde Biglia che timbra dal dischetto nella seconda parte un rigore guadagnato da Keita. In mezzo tante occasione da rete per...

Lazio e Toro si dividono la posta in palio dopo una partita entusiasmante. Al vantaggio granata con Belotti al 12' , risponde Biglia che timbra dal dischetto nella seconda parte un rigore guadagnato da Keita. In mezzo tante occasione da rete per entrambe le squadre. I granata sciupano nel primo tempo, i laziali sono protagonisti di un ottima ripresa.

GLI SCHEMI

Ventura recupera Benassi e lo rilancia in mediana al posto di Baselli spostando Bruno Peres nel suo ruolo naturale di terzino destro. Lo schema è' il 3-5-2 , tanto caro al mister granata. In avanti Belotti e Immobile.

Pioli cambia schieramento variando dal 4-3-3- al 4-3-1-2 con Anderson dietro alle due punte Klose e Djordjievic. Poi piazza Hoedt al centro della difesa e Cataldi a centrocampo , in un mini turnover ragionato.

PRIMO TEMPO

La Lazio pressa alto per soffocare la fase di impostazione granata.

Primo lampo dei laziali al 7' con Parolo che allarga per Klose . Il tedesco vede l'inserimento di Djordjevic che non riesce a deviare di testa sotto porta.

Replica il Torino e passa in vantaggio al 12' con Belotti che approfitta di una corta respinta di Marchetti su un fendente di Acquah e insacca rapido con un tapin vincente.

Reazione nevosa dei romani con una conclusione velenosa di Felipe Anderson che finisce di poco fuori.

La partita è' avvincente, i ritmi sono alti, si susseguono continui capovolgimenti di fronte.

Alto colpo di scena al 20' con un calcio di rigore per il Toro per un fallo di Cataldi su Belotti. Immobile si presenta sul dischetto, calcia forte spiazzando Marchetti ma il suo bolide finisce oltre la traversa.

Le punte dei granata sono in moto perpetuo creando apprensione alla fragile difesa laziale. La Lazio soffre sulla corsia sinistra, Benassi ne approfitta e un suo tiro cross per poco non sorprende Marchetti.

Il match non ha soste . Ripartono i romani con Anderson che mette al centro per Klose ma Glick in spaccata salva sopra i pali.

La Lazio spinge ma il Torino in contropiede è' micidiale. Transizione rapida dei granata con Immobile che parte da centrocampo, vince un rimpallo si invola verso l'aerea ma il suo tiro accarezza il palo.

Pioli non è' soddisfatto dei suoi ed opera un doppio cambio : dentro Braafheid e Milinkovic, fuori Lulic e Cataldi. Un gol e un rigore sbagliato per il Toro . per la Lazio invece il solito approccio mentale iniziale deficitario . Squadre negli spogliatoi al temine di questa prima frazione.

SECONDO TEMPO

Il Toro riparte minaccioso , arriva sempre prima sui palloni sporchi e sembra avere più' smalto rispetto al prevedibile giro palla dei romani.

Già all'8' un un tiro cross di Molinaro mette in difficoltà Marchetti . La Lazio è 'percolosa nei fraseggi stretti: un doppio scambio Klose - Djordjevic è' intuito da Molinaro che protegge l'uscita di Padelli.

I romani attaccano per vie centrali, i granata agiscono di rimessa.

Ci prova Benassi dal limite ma la sua conclusione sfiora i pali.

Le squadre si allungano , gli spazi aumentano. Triplo tentativo per i romani prima con Mikinkocic, poi con Parolo che incrocia un sinistro che incoccia il palo. Poi ancora Biglia su calcio fermo su cui Padelli si distende .

La Lazio attacca con convinzione alzando i toni.

Ancora Klose scodella al centro , Molinaro in chiusura rischia l'autogol.

Pioli gioca l'ultima carta a disposizione inserendo Keita per Klose . Ventura risponde con Baselli per Benassi.

La Lazio stringe la morsa, il Toro è' assediato. Al 78' arriva il meritato pareggio su calcio di rigore. Keita si incunea tra Benassi e Molinaro e viene atterrato da quest'ultimo. Biglia freddamente trasforma dagli undici metri.

Entra anche Zappacosta per Bruno Peres per il Toro. Reazione d'orgoglio dei granata in transizione con Immobile che per due volte sciupa il nuovo vantaggio.

Ci sono immense praterie in mezzo al campo. Anche la Lazio rischia il raddoppio all'89' con Keita a tu per tu con Padelli su cui si immola Molinaro con un recupero straordinario.

Le squadre sono a corto di fiato: l'ultima emozione la regala Zappacosta all'ultimo respiro che calcia alle stelle da pochi passi.

Roberto Mattei

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento