Casilina calcio (I cat), non basta il “bomber” Halimaj: «Ripartiamo subito, siamo da vertice»

La Prima categoria del Casilina non riesce a dare continuità alla vittoria esterna della prima giornata contro il Praeneste e cede tra le mura amiche per 2-1 contro il Castelverde. Stavolta non è servito il gol del difensore centrale classe 1997...

halimaj-riceve-abbraccio-compagn

La Prima categoria del Casilina non riesce a dare continuità alla vittoria esterna della prima giornata contro il Praeneste e cede tra le mura amiche per 2-1 contro il Castelverde. Stavolta non è servito il gol del difensore centrale classe 1997 Egzon Halimaj, al suo terzo sigillo nelle prime due gare ufficiali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Peccato, avevamo iniziato benissimo la partita e la sensazione che è rimasta pure dopo è che potevamo farla nostra. Purtroppo abbiamo subito il gol dell'1-1 e pochi minuti dopo, all'altezza della mezzora del primo tempo, siamo rimasti in dieci per il cartellino rosso comminato a Sorrentino. Quell'episodio è stato sicuramente decisivo nel prosieguo della partita anche se ci abbiamo provato pure nel secondo tempo come dimostra il fatto di aver subito il gol dell'1-2 su un contropiede da una palla inattiva: avevamo voglia di vincerla lo stesso anche perché questo era il nostro esordio casailingo». Halimaj, che faceva parte del gruppo della Promozione dello scorso anno, è uno dei punti di forza dell'organico di mister Damiano Casarola nonostante la giovane età. «Cerco di lavorare tutte le settimane per migliorare ed essere utile alla squadra. I gol? Sicuramente fanno piacere, ma sarebbe stato più importante che il Casilina avesse vinto». Il ragazzo nato a Prizren (in Kosovo) cerca di guardare oltre questa domenica non felice del Casilina. «La Prima categoria è un torneo difficile e ogni domenica ci sarà da sudare, ma il gruppo ha le qualità per giocare una stagione da vertice. L'obiettivo è quello di cercare di arrivare più in alto possibile». Il gruppo del presidente Umberto Coratti e del direttore generale della prima squadra Giovanni D'Addio sarà chiamato al pronto riscatto sull'insidioso campo dell'Atletico Genazzano.

Intanto nel settore giovanile va segnalata la bella rimonta della Juniores regionale di mister Ruperto capace di impattare 2-2 contro l'Eretum Monterotondo dopo l'iniziale doppio vantaggio degli ospiti. Nel prossimo fine settimana, poi, inizieranno i campionati di tutte le altre selezioni dell'agonistica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento