menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassino,  la senatrice Maria Spilabotte in visita all’ospedale

La Senatrice Maria Spilabotte ha fatto visita nella giornata odierna, Venerdì 17 ottobre, presso l'Ospedale Santa Scolastica di Cassino. E' la prima di una serie di visite programmate negli ospedali della provincia. Spiega la Senatrice Maria...

La Senatrice Maria Spilabotte ha fatto visita nella giornata odierna, Venerdì 17 ottobre, presso l'Ospedale Santa Scolastica di Cassino. E' la prima di una serie di visite programmate negli ospedali della provincia. Spiega la Senatrice Maria Spilabotte:

"Ho concordato una serie di visite negli ospedali della provincia per capire effettivamente la situazione della nostra sanità, anche in vista dell'atto aziendale di prossima approvazione. A Cassino ho riscontrato una buona situazione complessiva, sia al Pronto Soccorso, che lavora in situazioni di tranquillità e con buona tempistica, sia nei reparti, anche se è emersa una carenza di personale generalizzata che potrebbe ulteriormente migliorare le prestazioni. I medici, inoltre, hanno rappresentato il problema della responsabilità medica recentemente introdotta, che costringe spesso gli operatori del settore ad una medicina difensiva, con esami diagnostici spesso superflui, necessari non tanto al paziente ma ai medici stessi in quanto utili per evitare possibili ricorsi e denunce. E' sicuramente un aspetto da approfondire e da rivedere, sia per contenere i costi, sia per consentire ai medici di lavorare in tranquillità: bisogna cercare di coniugare gli interessi di chi la sanità la offre con il sacrosanto diritto alla salute dei cittadini. Una pratica sicuramente da contrastare è quella, invece, delle prestazioni aggiuntive che sono una prerogativa quasi esclusiva della nostra provincia e che costano alla nostra ASL quasi nove milioni di euro all'anno. E' una pratica che viene da lontano, che l'attuale dirigenza ASL ha cercato di limitare, ma occorre un'azione più forte. Con quella cifra si possono assumere medici ed infermieri che garantiscono un servizio continuativo ai reparti ed alla sanità. Per questo motivo presenterò una interrogazione al Ministero delle Finanze e della Sanità per capire come porre freno a questo dispendio di risorse".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento