Cassino, Liberati 88 cardellini trasportati illegalmente e denuncia tre persone

Nel pomeriggio di ieri, nel corso dei servizi di vigilanza predisposti sulla tratta autostradale, una pattuglia della sottosezione Polizia Stradale di Cassino ha sottoposto a controllo una Volkswagen Golf di colore blu che percorreva l’A1...

cardellini-1

Nel pomeriggio di ieri, nel corso dei servizi di vigilanza predisposti sulla tratta autostradale, una pattuglia della sottosezione Polizia Stradale di Cassino ha sottoposto a controllo una Volkswagen Golf di colore blu che percorreva l’A1 all’altezza del Km.678 in direzione Napoli.

immagine-005

Fermata l’autovettura, i componenti dell’equipaggio hanno proceduto alla verifica dei documenti del veicolo e di quelli personali dei tre occupanti, tutti residenti a Napoli.

Durante il controllo, i soggetti hanno cominciato a muoversi nervosamenteintorno alla Golf assumendo un comportamento che ha immediatamente insospettito gli agenti; peraltro, in considerazione del fatto che gli stessi annoveravano a loro carico precedenti inerenti la cattura ed il possesso di animali di specie protetta, è stata effettuata un’immediata e minuziosa ispezione del veicolo nel cui bagagliaiosono state rinvenute 5 gabbie di varie misure contenenti complessivamente 88cardellini, 2 borse contenenti 2 reti a sacco, 2 corde lunghe circa 20 metri, 4 paletti di sostegno e vari picchetti.

I volatili sarebbero stati verosimilmente destinati alla vendita nei mercati illegali dell’hinterland partenopeo, ove ancora resiste la cultura di acquistare e tenere in casa i cardellini, noti per il canto ed il piumaggio sgargiante.

Il business che ruota attorno all’uccellagione è di portata considerevole, soprattutto se si considera che per gli esemplari dalle migliori qualità canore e di riproduzione il prezzo lievita fino a 2/3 mila euro. Per i bracconieri il mese di settembre è uno dei periodi migliori per la cattura del cardellino che migra verso i paesi caldi attraversando le pianure.Le aree del casertano, del frusinate e in generale del basso Lazio costituiscono i territori privilegiati per questo tipo di pratica illegale che sottrae all’ambiente un’importante risorsa faunistica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine degli accertamenti, i tre uomini di età comprese tra i 55 e 65 anni, sono stati deferiti all’ Autorità Giudiziaria per aver catturato e detenuto uccelli non cacciabili di specie protetta; gli agenti della Polizia Stradale hanno quindi sequestrato le gabbie e, in collaborazione con personale qualificato della Polizia Provinciale, hanno liberato i cardellini nelle campagne del cassinate ove potranno riappropriarsi del loro habitat naturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento