Cassino, Spilabotte: il Cosilam fa il regalo di natale al direttore generale a spese dei cittadini

"Il Cosilam fa il regalo di Natale al proprio Direttore Generale: peccato che a pagarlo sono i cittadini". Così esordisce la Senatrice Maria Spilabotte nel commentare la proposta di delibera avanzata dal Consiglio di Amministrazione del Cosilam...

Ultima asselblea Cosilam

"Il Cosilam fa il regalo di Natale al proprio Direttore Generale: peccato che a pagarlo sono i cittadini". Così esordisce la Senatrice Maria Spilabotte nel commentare la proposta di delibera avanzata dal Consiglio di Amministrazione del Cosilam nella quale si propone un aumento di stipendio al direttore generale dell'ente.

Prosegue Spilabotte: "Il Cosilam continua ad essere un mondo a parte: mentre in tutta Italia tutti gli enti pubblici lavorano alla spending review, incentrata sulla riduzione dei costi della spesa pubblica ed in particolare i costi della politica, con riduzione e tetti agli stipendi ai dirigenti, il Cosilam

fa l'esatto contrario. Infatti nella seduta del 23 dicembre il consiglio di amministrazione ha proposto un aumento al Direttore Generale che raddoppia i costi per cinque anni, proponendo uno stipendio da 150mila euro annuo, non tenendo in alcuna considerazione neppure le linee guida dettate dalla Giunta Zingaretti sulla riduzione dei costi della politica, senza contare che c'è una proposta di legge regionale per ottimizzare i consorsi industriali del Lazio. Un ente come il Cosilam, che ha trenta dipendenti, propone di avere un dirigente pagato alla stregua di altri enti che invece ne hanno migliaia. La politica non può permettere questo scempio e deve intervenire, ammonendo il consiglio

di amministrazione: è finito da tempo il periodo delle vacche grasse, ma al contrario oggi bisogna essere parsimoniosi e rigidi per ridurre al massimo le spese della pubblica amministrazione. Il Cosilam, anzichè continuare a sperperare denaro pubblico, cominci veramente a pensare di offrire servizi veri alle imprese ed al territorio, per aiutare la nostra provincia ad uscire da questa difficile crisi che stiamo vivendo".

LEGGE DI STABILITA’, SPILABOTTE: “DESTINARE RISORSE ALL’AGRICOLTURA”

Dichiarazione della Senatrice Maria Spilabotte: “Nella legge di stabilità, oltre alla questione del lavoro che tutti sappiamo essere la priorità, un altro tema sul quale puntare con decisione è l'agricoltura. Per questo ho apprezzato l'emendamento proposto dal collega Ruta che aumenta il fondo destinato al settore. Nell'emendamento c'è l'inclusione anche del settore agricolo per gli sgravi contributivi alle aziende che assumono lavoratori a tempo indeterminato e il finanziamento di otto milioni direttamente al fondo indigenti che garantirà alle strutture del terzo settore la distribuzione di generi alimentari, provenienti sia dalle catene della grande distribuzione che dal reparto ortofrutticolo (fresco e freschissimo). Ritengo importante anche l'emendamento per il finanziamento di cinque milioni di euro per il piano triennale della pesca, per rilanciarlo come settore strategico della penisola Italia e di altri cinque milioni per il settore bieticolo-saccarifero. Infine la proposta che prevede il passaggio della polizia provinciale nel ruolo del corpo Forestale dello Stato. Ritengo tali provvedimenti da sostenere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento