Roma Sora

Cassino, urologia; abbruzzese (F.I.) scrive alla Mastrobuono

Il consigliere regionale di Forza Italia, Mario Abbruzzese ha scritto al direttore generale della ASL Provincia di Frosinone, Dott.ssa Isabella Mastrobuono per comunicare la situazione non più sostenibile che riguarda il reparto di Urologia...

Il consigliere regionale di Forza Italia, Mario Abbruzzese ha scritto al direttore generale della ASL Provincia di Frosinone, Dott.ssa Isabella Mastrobuono per comunicare la situazione non più sostenibile che riguarda il reparto di Urologia dell'Ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Nella lettera Abbruzzese rileva che il reparto fino a qualche tempo fa era unanimemente ritenuto uno dei reparti di eccellenza del predetto presidio ospedaliero, presso il quale si rivolgevano utenti anche fuori provincia. Accade, infatti, che l'ospedale di Cassino, classificato come DEA di I livello, da tempo ha chiuso il reparto di Urologia, non per i tagli ai posti letto o per mancanza di personale, ma per la scarsa disponibilità del personale sanitario a effettuare le reperibilità notturne. Il reparto ora conta 5 medici e 2 infermieri che svolgono solo attività ambulatoriale dalle ore 8:00 alle ore 15:00 durante i giorni feriali, mentre nei festivi rimane chiuso.

Dunque il consigliere regionale precisa che: "Allo stato, se arriva presso il P.S., dopo le ore 15:00, un paziente con problemi urologici, viene trasferito per "consulenza urologica" presso l'Ospedale di Frosinone o di Sora o addirittura verso altri presidi ospedalieri dotati di un reparto di urologia funzionante, fuori dalla provincia quindi. Il trasferimento deve avvenire con l'autoambulanza, andata e ritorno, con evidente aumento dei costi, quali deterioramento del mezzo, benzina, tre dipendenti, prezzo dell'autostrada, oltre alla sottrazione del mezzo di soccorso che potrebbe servire per un trasferimento più grave ed in tal caso si è costretti a chiamare un'autoambulanza privata convenzionata, sempre pagata dall'ASL. A ciò si aggiunge altra circostanza paradossale e drammatica che il reparto di urologia, proprio perché chiuso e quindi in stato di abbandono, specialmente durante le ore notturne, è in balia dei vandali, con rifiuti, escrementi, televisori trafugati, portone sfondato. Una situazione veramente indecorosa e intollerabile per il secondo ospedale più grande della nostra provincia".

Infine l'appello al direttore generale, da parte di Abbruzzese, affinché si faccia interprete, presso il Commissario per l'emergenza sanitaria Zingaretti, al quale il consigliere regionale ha già indirizzato una interrogazione formale in tal senso, della non più sostenibile situazione dell'ospedale Santa Scolastica di Cassino che deve riaprire a pieno regime e al più presto il reparto di Urologia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, urologia; abbruzzese (F.I.) scrive alla Mastrobuono

FrosinoneToday è in caricamento