menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Puliamo il mondo

Puliamo il mondo

Albano, grande successo per Puliamo il Mondo con i bambini delle scuole

Anche quest’anno il comune di Albano Laziale ha aderito all’iniziativa nazionale “Puliamo il mondo” promossa da Legambiente. L’iniziativa fa capo a sua volta all’appuntamento mondiale Clean up the world, il più grande appuntamento di volontariato...

Anche quest'anno il comune di Albano Laziale ha aderito all'iniziativa nazionale "Puliamo il mondo" promossa da Legambiente. L'iniziativa fa capo a sua volta all'appuntamento mondiale Clean up the world, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del pianeta.

Centinaia di bambini di diverse scuole primarie pubbliche e private del Comune si sono dati appuntamento questa mattina alle 8:30 nelle varie piazze per dedicarsi alla cura della propria città.

Hanno aderito anche molte associazioni di Albano e Albafor, la scuola di formazione che ha contribuito economicamente all'iniziativa per sostenere i piccoli ambientalisti impegnati nella cura dell'ambiente in cui vivono e crescono.

I bambini, accompagnati dalle docenti e dai genitori hanno dato una lezione di vita a tutta la cittadinanza. Si sono preoccupati di individuare i luoghi ricoperti dai rifiuti, per poi raccoglierli e differenziarli. Successivamente hanno iniziato a restituire lustro ai muri della biblioteca comunale, ricoperta da scritte e insulti, dedicandosi con pazienza alla pulizia e alla pittura. Preservare dal degrado i beni architettonici ed i monumenti della città è infatti un altro degli scopi dell'iniziativa.

A ringraziarli per il lavoro svolto con cura e passione il sindaco Nicola Marini in persona, che ha evidenziato l'importanza dell'educazione dei piccoli all'amore per gli spazi pubblici in cui vivono. E se sono proprio i bambini a dare il buon esempio, forse sarà la giusta occasione per far sì che anche gli adulti comincino ad avere maggiore rispetto dell'ambiente e del lavoro volontario dei loro figli.

Una volontaria di Legambiente ci ha spiegato che quest'iniziativa viene promossa ogni anno e che possono aderirvi tutti i comuni, basta farne richiesta e contribuire economicamente acquistando i kit essenziali per svolgere il lavoro necessario. Anche se si tratta di un'iniziativa di breve durata, è comunque fondamentale per sensibilizzare i giovani cittadini rispetto al tema dell'ambiente, per progettarsi in un futuro all'insegna della premura nei confronti dei luoghi comuni che frequentano.

All'iniziativa era presente l'associazione Qualcosa da rifare ad Albano, composta da cittadini volontari che quotidianamente dedicano i propri momenti liberi alla cura della città. Si opera negli spazi che necessitano di manutenzione, soprattutto laddove non arrivano le finanze comunali. Il tutto viene svolto col beneplacito dell'amministrazione di Albano.

Simonetta Lucci, fondatrice del gruppo Facebook dell'associazione ci racconta che questa nasce proprio sul maggiore social network. L'idea era quella di creare una grande piazza virtuale in cui far sentire la voce di tutti i cittadini, per confrontarsi sulle problematiche della città. In tre anni dell'esistenza del gruppo, si sono concretizzate diverse idee, così i cittadini hanno deciso di fondare una Onlus vera e propria. In poco tempo questa si è impegnata nella rimozione dei manifesti abusivi, nella cura dei giardini, pulizia delle fontane, pittura dei muri imbrattati e nell'apposizione dei cestini per i rifiuti nei punti della città in cui mancavano. Le iniziative spesso vengono finanziate da imprese private che mettono a disposizione i materiali affinché i comitati di quartiere possano restituire lustro e bellezza al comune. I cestini per i rifiuti sono stati ricavati riciclando dei bidoni di plastica, riverniciati da una carrozzeria di Albano, sui quali successivamente è stato apposto lo stemma del comune.

Attraverso la donazione di brecciolino e piante sono stati riqualificati i giardini e le aiuole. Si tratta di piccoli lavori svolti nel tempo libero che permettono di costruire una città più bella e vivibile, oltre alla soddisfazione di aver contribuito al miglioramento dell'aspetto dei luoghi che quotidianamente si frequentano. L'associazione è diventata un importante punto di riferimento e di aggregazione per tutti coloro che desiderano creare una città accogliente.

Di Aleksandra Milosevic

milosevic.aleksandra.82@gmail.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento