Albano Laziale, A Cecchina coltivava Marijuana in Casa. Donna 64enne arrestata

E’ stato il forte odore acre di marijuana a tradire la donna di 64 anni che, nella tarda serata di ieri, è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo. Per lei l’accusa è di produzione...

E’ stato il forte odore acre di marijuana a tradire la donna di 64 anni che, nella tarda serata di ieri, è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo. Per lei l’accusa è di produzione, coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, giunti sotto casa della donna a Cecchina di Albano Laziale a seguito di alcune segnalazioni, hanno da subito sentito un forte odore di marijuana provenire dall’abitazione.

Così è scattato il blitz e, dopo aver fatto irruzione nell’appartamento, i Carabinieri si sono trovati di fronte ad una vera e propria coltivazione di canapa indiana. Infatti, oltre a ventuno piante di marijuana per un peso complessivo di circa 700 grammi, i militari hanno rinvenuto due serre artigianali complete di lampade fluorescenti per favorire la crescita delle piante. Un vero e proprio “laboratorio della droga” dove ovviamente non mancavano bilancini di precisione e vario materiale per confezionare lo stupefacente.

Dopo l’arresto, l’insospettabile donna è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento