menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia-di-stato-ruoli

Polizia-di-stato-ruoli

Albano, preso ladro minorenne che svaligiava i supermercati

Dopo settimane di indagini scaturite a seguito di alcune rapine nei confronti di  piccoli commercianti di Albano ed Ariccia, tra cui alcuni negozi gestiti da cittadini cinesi, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il

Dopo settimane di indagini scaturite a seguito di alcune rapine nei confronti di piccoli commercianti di Albano ed Ariccia, tra cui alcuni negozi gestiti da cittadini cinesi, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il

Commissariato di Albano, diretto dal dr. Domenico Sannino, sono riusciti ad arrestare in flagranza di reato uno dei due giovani che martedì scorso, all'imbrunire aveva rapinato, per la seconda volta in pochi giorni, un negozio di generi alimentari che si trova in Ariccia.

Appena giunta la segnalazione al 113, in pochi minuti i poliziotti sono arrivati presso il negozio e, raccolte le prime indicazioni dai testimoni, hanno iniziato le ricerche dei malviventi indirizzandosi soprattutto su di un gruppo di giovani che da alcune settimane era oggetto di indagine da parte degli investigatori.

Tutte le rapine analizzate presentavano lo stesso modus operandi. Perpetrate sempre da due persone armate di coltello e travisate con cappello, scaldacollo ed indossanti giubbotti colorati.

I due, dopo aver razziato l'incasso si allontanavano a piedi per le vie del centro storico, per poi salire su uno scooter e fuggire via.

L'epilogo è giunto nella serata del 24 scorso quando gli agenti in borghese del Commissariato, sono riusciti a rintracciare e bloccare a poche centinaia di metri dal luogo della rapina un giovane rispondente alla descrizione.

Gli ulteriori accertamenti compiuti durante le perquisizioni hanno confermato i sospetti degli investigatori che sono riusciti a recuperare l'incasso e a sequestrare anche l'abbigliamento utilizzato durante le rapine.

Il giovane, un minore di Ariccia, è stato arrestato ed associato presso un istituto penitenziario di Roma.

Proseguono le indagini sia per rintracciare il complice dell'arrestato che per verificare se entrambi siano responsabili anche di altre rapine.

In serata è arrivata la notizia anche del secondo arresto....

Il suo complice era stato arrestato mercoledì scorso dagli agenti della Polizia di Stato in servizio al Commissariato di Albano Laziale, diretto dal dr. Domenico Sannino.

Una serie di rapine erano state messe a segno nelle ultime due settimane da due malviventi che, armati di coltello, rapinavano esercizi commerciali della zona tra cui rivendite di alimentari e di casalinghi gestite da cittadini cinesi.

Gli investigatori della squadra anticrimine del Commissariato di Albano Laziale, hanno svolto rapide e attente indagini, anche con assidui servizi di pedinamento ed appostamento.

Nel pomeriggio di martedì scorso, dopo l'ennesima rapina perpetrata ad Ariccia presso un negozio di alimentari, i poliziotti erano riusciti a bloccare e ad arrestare in flagranza di reato solo uno dei responsabili, risultato essere un minorenne di Ariccia.

Le indagini però sono proseguite, sempre più serrate, al fine di individuare anche il complice del giovane malvivente nonché di verificare le responsabilità in merito ad altre rapine commesse in zona sempre con lo stesso modus operandi.

Ieri pomeriggio gli investigatori hanno identificato anche l'altro giovane, A.I., 19enne originario del Pakistan e residente anche lui ad Ariccia.

Gli agenti della Polizia di Stato si sono così recati presso la sua abitazione e quando quest'ultimo ha visto la volante, vistosi scoperto, ha tentato la fuga.

Bloccato immediatamente dai poliziotti è stato accompagnato negli uffici del Commissariato dove, non solo ha confessato di aver partecipato ad alcune rapine ma ha anche indicato con precisione il contenitore dei rifiuti dove aveva gettato i coltelli e lo scalda collo utilizzati durante le rapine.

Ad ulteriore conferma delle responsabilità del ragazzo, nel corso della perquisizione eseguita presso la sua abitazione, sono stati rinvenuti giubbotti e pantaloni utilizzati durante le rapine e ben riconoscibili anche dai filmati a circuito chiuso presenti in alcune attività commerciali.

Sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Velletri a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Prosegue l'attività di indagine degli investigatori al fine di accertare se vi siano altri complici che hanno offerto la loro collaborazione nella commissione dei reati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento