Aprilia, a 25 anni dalla tragica morte il Comune ricorda i Giudici Falcone e Borsellino con un piccolo monumento

Ricorre nella giornata di domani, 23 maggio, il 25 esimo anniversario di uno degli eventi più tragici della storia della Repubblica Italiana, che ne hanno segnato radicalmente il corso degli eventi, il grave attentato di stampo mafioso...

Falcone e Borsellino

Ricorre nella giornata di domani, 23 maggio, il 25 esimo anniversario di uno degli eventi più tragici della storia della Repubblica Italiana, che ne hanno segnato radicalmente il corso degli eventi, il grave attentato di stampo mafioso sull’Autostrada A29, nel palermitano nei pressi dello svincolo di Capaci, a seguito del quale persero la vita il Giudice Giovanni Falcone, il Giudice Francesca Morvillo e tre Agenti di Polizia di Stato Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinari.

Alla strage del 23 maggio 1992, seguì quella del 19 luglio dello stesso anno, in cui perse la vita in Via D’Amelio nel centro di Palermo il Giudice Paolo Borsellino e gli Agenti della scorta Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Emanuela Loi, Claudio Traina e Vincenzo Fabio Li Muli.

Il Sindaco Antonio Terra, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale e dell’intera comunità apriliana, ricorda quella stagione drammatica che sconvolse il popolo italiano, e il cui desiderio di giustizia non accenna a diminuire a distanza di un quarto di secolo.

Per la ricorrenza, il Comune di Aprilia ha deciso di intitolare il parco comunale di Via dei Mille alla memoria dei giudici Falcone e Borsellino e nella mattinata odierna ha preso il via il cantiere per l’installazione di un piccolo monumento rievocativo. Il progetto è stato approvato con deliberazione di Giunta n. 93 dello scorso 29 marzo, in accoglimento della proposta avanzata dalle Associazioni Arte Mediterranea, Reti di Giustizia – il sociale contro le mafie, Vicariato di Aprilia dell’Azione Cattolica.

APP FOODS, DIRETTAMENTE SUL TELEFONINO L’APPLICAZIONE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA AD APRILIA

Sarà presentata ufficialmente mercoledì 24 maggio, alle ore 10 presso l’Aula Magna dell’istituto comprensivo Toscanini di Aprilia, l’applicazione per smartphone denominata “App Foods” e inerente il servizio di refezione scolastica erogato presso le scuole del territorio comunale.

L’App, messa a disposizione dall’impresa esecutrice del servizio di mensa scolastica, consente alle famiglie di avere in maniera rapida ed intuitiva informazioni sulla qualità dei cibi che vengono somministratori nelle scuole, nonché di ricevere notizie sul benessere a tavola per i bambini e per le famiglie.

Con l’App Foods, inoltre, sarà possibile interagire con gli altri utenti e con la stessa impresa erogatrice del servizio, avendo a disposizione consigli e notizie utili per un’alimentazione equilibrata dal punto di vista nutrizionale.

Alla conferenza di presentazione dell’applicazione multimediale, promossa dal Comune di Aprilia in collaborazione con la società All Foods srl, prenderanno parte i rappresentanti dell’Amministrazione, i dirigenti scolastici e i rappresentanti dei genitori della commissione mensa scolastica.

PEDALATA PER UN RAGGIO DI SOLE, DOMENICA 28 MAGGIO IL TRADIZIONALE EVENTO DI SOLIDARIETÀ NEL 30ESIMO DELLA FONDAZIONE DELL’AGPHA

Si terrà domenica prossima, 28 maggio, con partenza alle ore 8 da Piazza Benedetto Croce, la tradizionale manifestazione ciclistica di solidarietà “Pedalata per un Raggio di Sole”.

L’iniziativa è organizzata dal Centro Sportivo Italiano e dall’Asd Ciclistica Aprilia, con il Patrocinio del Comune di Aprilia, a sostegno dell’Associazione Agpha (genitori di portatori di handicap), che quest’anno così festeggia il 30esimo anniversario della sua fondazione.

L’evento, una pedalata cicloturistica non competitiva per le vie della Città di Aprilia, ha lo scopo di raccogliere fondi a favore dei ragazzi diversamente abili della Comunità Raggio di Sole di Via Aldo Moro. A tal proposito, il ricavato delle offerte verrà interamente devoluto alla suddetta Associazione.

ORZO, UN CANE FEDELE OLTRE OGNI LIMITE. DOPO 18 ANNI LA NUOVA EDIZIONE DEL LIBRO

È stato presentato questa mattina, di fronte ad una nuova generazione di studenti presso l’Aula Magna della Scuola Primaria Marconi, il libro “Orzo, viaggio nella pianura pontina di un cane fedele oltre ogni limite”. Si tratta di una nuova edizione della favola ispirata 18 anni fa da una storia vera, un fatto di cronaca realmente accaduto.

I due autori, Angelo Perfetti (oggi in teleconferenza via Skype) e Marilena Ferraro (attuale direttrice responsabile di Sfera Magazine), allora cronisti locali, raccontarono la cronaca di un drammatico incidente stradale in cui perse la vita un uomo sulla cui tomba fu ritrovato a vegliare un pastore maremmano, appunto Orzo.

La storia tratta da questa vicenda appassionò gli studenti dell’epoca e la favola di Orzo varcò in breve i confini pontini per assurgere a favola nazionale di fedeltà e di legame tra uomo e animale. A distanza di quasi venti anni, tuttavia, una storia senza tempo come quella di Orzo dimostra la sua capacità di farsi amare ancora dai giovani e dai giovanissimi e, da qui, l’idea di una nuova edizione del libro per la Casa Editrice Intrecci.

Alla conferenza di presentazione di questa mattina, organizzata in collaborazione con l’Associazione “Noi, i libri e…”, oltre all’autrice, erano presenti i dirigenti scolastici Maria Nostro e Giorgio Giusfredi, personale docente e in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale l’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesca Barbaliscia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento