Aprilia, macchina “tappabuche”, avviata sul territorio di Aprilia la fase sperimentale per verificare tenuta e durata del manto stradale

Da Via delle Valli questa mattina ha iniziato a lavorare sul territorio apriliano la macchina “tappabuche”, ovvero il sistema innovativo di messa in sicurezza del manto stradale che garantirebbe maggiore tenuta e durata rispetto alle operazioni...

Da Via delle Valli questa mattina ha iniziato a lavorare sul territorio apriliano la macchina “tappabuche”, ovvero il sistema innovativo di messa in sicurezza del manto stradale che garantirebbe maggiore tenuta e durata rispetto alle operazioni tradizionali.

L’Amministrazione Comunale ha incaricato la ditta titolare del brevetto di avviare una fase sperimentale, durante la quale per quattro giorni diversi quartieri centrali e periferici saranno interessati dalle operazioni di sistemazione di buche per la messa in sicurezza generale della viabilità. Il costo complessivo dell’operazione è di 18 mila euro.

Detta fase sperimentale servirà proprio per verificare la tenuta dei tratti di strada interessati, che la ditta garantisce per 24 mesi.

Il procedimento innovativo si compone di sei fasi: pulizia della buca con aria a pressione per rimuovere tutti gli eventuali detriti; prima mano di primer o collante; posa in opera di graniglia fine; seconda mano di primer o collante che per percolazione agisce su tutta la graniglia; battitura con ballerina della buca; mano di filler (sabbia fine) per chiudere anche gli ultimi spazi rimasti.

Qualora verificata l’efficacia del sistema, che potenzialmente garantisce sostanziali risparmi sui costi di manutenzione delle strade, l’Amministrazione Comunale avvierà campagne per la messa in sicurezza di altre parti del tessuto viario cittadino.

INCENTIVI E SGRAVI FISCALI CONTRO GLI SPRECHI ALIMENTARI, OGGI IN AULA CONSILIARE L’INCONTRO PER IL PROGETTO “SOS…TENIAMO APRILIA”

Si è tenuto questa mattina, in Aula Consiliare, l’incontro promosso dall’Amministrazione Comunale con i vertici del Banco Alimentare, le associazioni e i comitati direttamente interessati e soprattutto i rappresentanti delle aziende di grande e media distribuzione presenti sul territorio di Aprilia, per avviare il progetto “Sos…teniamo Aprilia”.

L’iniziativa mira a raccogliere derrate alimentari da distribuire a scopo solidale, non più soltanto a lunga conservazione, ma anche delle categorie “fresco” e “cotto”. Ciò grazie alle celle frigorifere e ai freezer installati nel centro di stoccaggio presso il sito industriale riqualificato dell’ex Claudia, dove nell’ambito del polo sociale “Culturaprilia” l’ente pubblico ha destinato uno spazio di 600 metri quadrati proprio al Banco Alimentare.

Questa mattina, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, hanno preso parte alla riunione gli Assessori all’Ambiente Alessandra Lombardi, ai Servizi Sociali Eva Torselli, alle Attività Produttive Vittorio Marchitti e il Consigliere Comunale coordinatore dell’Osservatorio dei Rifiuti Ornella Pistolesi. In rappresentanza del Banco Alimentare vi hanno preso parte il Presidente regionale Salvatore Saraniti e il rappresentante della Fondazione nazionale Gianni Mauri.

Quest’ultimo ha illustrato ai presenti le novità legislative introdotte dalla Legge Gadda (cosiddetta Legge anti-sprechi), approvata lo scorso 17 marzo alla Camera dei Deputati e di imminente approvazione presso il Senato della Repubblica. Il provvedimento definisce per la prima volta nell’ordinamento italiano i termini di “eccedenza” e di “spreco” alimentare, fa maggiore chiarezza tra il termine minimo di conservazione e la data di scadenza, e punta a semplificare le procedure per la donazione, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e della tracciabilità (non solo per quanto riguarda i cibi, ma anche i medicinali).

Sul versante economico, il testo stanzia risorse specifiche (tre milioni di euro nel 2016, almeno altri due milioni previsti nel 2017 e nel 2018) e insiste sugli incentivi e sulla semplificazione burocratica. Gli esercizi commerciali che donano i cibi prossimi alla scadenza avranno agevolazioni fiscali (incentivi sull’Iva) e potranno ottenere sgravi sulla tassa comunale dei rifiuti proporzionalmente alla quantità di cibo donato.

Nella giornata odierna hanno preso parte all’incontro, come detto, i rappresentanti della grande e media distribuzione (Conad di Via dei Mille, Piazza Croce e Via La Malfa, Coop di Via Mascagni, Ipercoop, Aprilia 2 Area Food). Già in autunno, l’Amministrazione promuoverà un ulteriore incontro con i rappresentanti della piccola distribuzione che vorranno aderire. Tramite vetrofanie con il logo del progetto “Sos...teniamo Aprilia”, l’esercizio commerciale aderente sarà immediatamente riconoscibile dalla clientela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cocaina, crack e oltre 113mila euro nascosti nel muro: arrestati madre, padre e figlio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento