rotate-mobile
Castelli

Ariccia, parola a Luisa Sallustio: "in città il nuovo polo formativo"

Difesa della cultura, del sociale, dei deboli, della politica con la A maiuscola e delle donne maltrattate le ragioni di vita della donna in carriera del Centro di Formazione accreditato presso la Regione Lazio. “Saluto con soddisfazione l’ultima...

Difesa della cultura, del sociale, dei deboli, della politica con la A maiuscola e delle donne maltrattate le ragioni di vita della donna in carriera del Centro di Formazione accreditato presso la Regione Lazio. "Saluto con soddisfazione l'ultima meta raggiunta a pochi mesi dall'inizio del nuovo anno: obiettivo di insediare un polo formativo ad Ariccia" dichiara raggiante la dottoressa Luisa Sallustio, plurilaureata, imprenditrice, donna in carriera e politica di primo piano nei Castelli romani. E incontro migliore non poteva esserci in occasione della festa della donna, che incarna una eccellenza di risultato indiscusso nel campo del lavoro. " Questo traguardo l'ho avuto grazie alla tenacia e determinazione che mi contraddistinguono. - continua la dottoressa Luisa - Per ogni iniziativa e in tutte le cose che ho fatto, ho speso le mie energie, imponendomi lealmente, credendo fermamente in questo progetto. Per cui l'Istituto formativo PDR è una bellissima realtà ed abbiamo acquisito l'accreditamento presso la Regione Lazio".

Dottoressa, questo cosa sta a significare? E' una grande opportunità non solo per Ariccia ma anche per i Comuni limitrofi avere la possibilità di specializzarsi e continuare la formazione senza doversi recare nella Capitale spendendo inutili ore nel traffico ed alla ricerca disperata di un parcheggio. Tanti lavoratori, studenti giovani e meno giovani, avranno infatti l'opportunità di accedere presso la mia struttura in tempi brevi ottimizzando il tempo nello studio senza disperderlo. Orgogliosa? Ciò mi ha reso oltremodo felice ed è stato anche l'interesse rivolto al mio Ente da parte di due importantissime Università del Nord e di diversi istituti scolastici che hanno ospitato i miei docenti per assistere ai corsi specialistici loro dedicati. Ringrazio altresì i docenti che mi hanno concesso la loro disponibilità che saranno la vera risorsa formativa della struttura. Dottoressa Sallustio sembra quindi che i vecchi spauracchi siano ormai un lontano ricordo ? Indubbiamente. La mia vita passata ha lati negativi e positivi come quella di tutti. Del vecchio voglio ricordare l'essere diventata mamma e quindi la nascita del mio bambino, poi, tutte quelle soddisfazioni che come professionista di comprovata esperienza ho già avuto modo di raccogliere in quasi venticinque anni di attività. Sono moltissime e mi hanno permesso di acquisire nel mio lavoro un livello di esperienza non indifferente e di essere consulente anche di grandi società e banche. Quindi chi intendeva "rottamarla" non c'è riuscito ? No, sicuramente no. Esco più forte e più determinata che mai anche perché dalle esperienze negative passate ho avuto modo di essere circondata dagli Amici più veri, quelli che non ti abbandonano mai e che non ti cercano solo quando devono ottenere. Questa è stata un'altra risposta alla mia serietà ed al mio impegno incondizionato senza secondi fini. Al centro delle mie attività vi è sempre stata la disponibilità ad aiutare chi aveva bisogno senza sbandierarlo e tanti lo hanno ricordato stringendosi a me nei momenti difficili. L'amicizia degli Amici Veri la considero il regalo più bello che potessi ricevere e non la dimenticherò mai. Della terza laurea che ci dice ? Che ci sono arrivata e quindi sommo alle due di Economia quella triennale in Scienze Politiche. Del resto sono convinta che nella vita la cultura sia fondamentale ed io l'ho messa sempre al primo posto: ai giovani che spesso incontro ho sempre ricordato che quando manca la conoscenza gli altri decidono per te e questo a mio avviso non deve mai avvenire. Ognuno di noi costruirà il suo futuro con le decisioni che si assumerà quotidianamente e ciò favorirà o pregiudicherà gli eventi postumi. Sono tempi difficili ritengo che ogni decisione debba essere profondamente analizzata, ponderata e studiata. In politica è sempre impegnata? Sicuramente si. Sono da sempre in prima linea a difesa dei diritti dei più deboli soprattutto delle donne e dei bambini, senza tralasciare i lavoratori e le persone anziane o dimenticare chi quotidianamente è sfruttato. Credo che lo spettacolo che si consumerà in questi mesi preelettorali accentui sempre più la percezione della pochezza delle azioni messe in campo dal governo e soprattutto la lotta "delle poltrone" all'interno di un partito svuotato di ogni contenuto e dedito solo alla difesa dell'IO. Pochissimi cittadini vedono e sperano in una rinascita del nostro Paese e questa è una bruttissima percezione, l'idea di fuggire coinvolge sempre più persone e non credo sia la via per ridare nuova energia ad una nazione impoverita, delusa, sfruttata, soffocata dalle leggi e dagli adempimenti ed oppressa dalle tasse. Un cambiamento deve pur esserci ed è urgentissimo. E' impensabile continuare ad andare avanti senza una bussola che permetta l'approdo ad un porto sicuro, ci sono troppe vite appese e soprattutto troppe generazioni giovani che urlano impegno e cambio subito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ariccia, parola a Luisa Sallustio: "in città il nuovo polo formativo"

FrosinoneToday è in caricamento