rotate-mobile
Castelli

Castel Gandolfo, 18enne violenta sorella 13enne: i genitori erano in casa

I genitori erano in casa e, sfortunatamente, non si sono accorti di nulla. Un 18enne di Castel Gandolfo violenta per un pomeriggio intero la sorella, appena 13enne. Nessuno poteva sospettare che avvenisse una simile tragedia.

I genitori erano in casa e, sfortunatamente, non si sono accorti di nulla. Un 18enne di Castel Gandolfo violenta per un pomeriggio intero la sorella, appena 13enne. Nessuno poteva sospettare che avvenisse una simile tragedia.

Pare che il ragazzo non avesse mai dato segni di squilibrio. L?episodio risale al 26 dicembre. Dopo il pranzo con la famiglia, ognuno si è ritirato nella sua camera. Dopo aver consumato il pasto nel giorno di Santo Stefano, i genitori sono rimasti in salotto a vedere la televisione, mentre i figli sono tornati nelle rispettive camere. Il giovane è entrato nella stanza della sorella e ha violentato la giovane. Sembra che la abbia anche picchiata per costringerla ad avere un rapporto con lei. Le violenze sarebbero avvenute anche dopo gli abusi: lo scopo del 18enne era quello di intimidire la minorenne per evitare che raccontasse tutto ai genitori. Infatti, le lesioni procurate non erano visibili a prima vista. L'aggressore è poi uscito di casa dopo aver estorto alla 13enne la promessa di non raccontare nulla di quanto accaduto. I genitori, rimasti in casa, non hanno sentito nulla. Quando il ragazzo è uscito di casa, la minorenne è andata da loro e ha raccontato cosa era successo. È stata trasportata all?ospedale di Albano. Qui, i primi controlli hanno certificato la violenza sessuale. In seguito, la giovane è stata trasferita all?ospedale di Genzano ? non lontano da Castel Gandolfo. Qui, è stata sottoposta a una visita specialistica. Dopo i vari esami, è stata accompagnata a Roma. Un team di psicologi si è attivato per tranquillizzare e seguire da vicino la 13enne. I carabinieri della zona si sono messi subito alla ricerca del fratello 18enne. È stato rintracciato nei pressi di Castel Gandolfo e poi accompagnato nel vicino carcere di Velletri. In quanto maggiorenne, per lui sono scattate le accuse di violenza sessuale, aggravata per via della minore età della vittima. Non resta che appurare cosa abbia fatto scattare l?impulso nel carnefice e sperare che la giovane vittima si riprenda presto dallo shock subìto.

Francesco Crudo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel Gandolfo, 18enne violenta sorella 13enne: i genitori erano in casa

FrosinoneToday è in caricamento