Lunedì, 18 Ottobre 2021
Castelli

Castel Gandolfo, IV anno per la campagna Io non rischio della Protezione Civile

Per il quarto anno consecutivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo delle tele comunicazioni e della ricerca scientifica si impegnano insieme nella campagna informativa nazionale

Per il quarto anno consecutivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo delle tele comunicazioni e della ricerca scientifica si impegnano insieme nella campagna informativa nazionale

per le buone pratiche di protezione civile in caso di terremoto. Così centinaia di volontari della protezione civile, di Castel Gandolfo, Marino, Ariccia ed altri centri, hanno allestito numerosi punti informativi "Io non rischio" in molte piazze e parchi pubblici distribuiti sul territorio dei Castelli Romani. In campo sono scesi anche gli specialisti volontari dell'Associazione Nazionale Radioamatori (R.N.R.E) che hanno partecipato alla campagna con un campo informativo allestito a Castel Gandolfo nel vasto Parco degli Ibernesi. Qui hanno incontrato la cittadinanza, distribuito materiale informativo sul terremoto e risposto alle domande sulle possibili misure per ridurre il rischio. "Io non rischio" è una campagna promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, in accordo con le Regioni e i Comuni interessati. Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it è possibile consultare i materiali didattici informativi. Hanno aderito alla due giorni di esercitazioni anche la polizia di stato e i carabinieri con le loro auto di epoca, i vigili urbani e l'assessorato all'ambiente e protezione civile del comune di Castelgandolfo, rappresentato sul posto dall'assessore Massimo Zega e il vice sindaco Giacomo Moianetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel Gandolfo, IV anno per la campagna Io non rischio della Protezione Civile

FrosinoneToday è in caricamento