Venerdì, 15 Ottobre 2021
Castelli

Castelli, "Diamo valore al lavoro": presentazione del Piano per il Lavoro a Lanuvio

Il periodo storico in cui viviamo potrebbe presto essere caratterizzato da grandi stravolgimenti dello status quo, sia a livello geopolitico, che a livello economico, che a livello ambientale. Diventa necessario proporre alternative a una...

Il periodo storico in cui viviamo potrebbe presto essere caratterizzato da grandi stravolgimenti dello status quo, sia a livello geopolitico, che a livello economico, che a livello ambientale. Diventa necessario proporre alternative a una organizzazione sociale ed economica transnazionale dagli effetti sempre più devastanti sulle classi più deboli.

Il Partito della Rifondazione Comunista ritiene che vi sia una strada per difendere i lavoratori in questo periodo di crisi che sembra diventato permanente costruire un' e conomia ecologica e solidale. Dare risposte positive per uscire dalla crisi è possibile a partire dalla rinuncia dei dogmi dell'austerità e della libertà del mercato neoliberisti e procedendo, attraverso lo Stato alla creazione di posti di lavoro sul territorio.

"Al Governo, PD-Renzi che sbandiera, speriamo, 80 euro in busta paga - afferma Bizzoni Marco (segretario PRC Castelli, Colleferro, Litoranea) - diciamo bene, ma chiediamo anche che oltre a sbrigarsi a rendere concreto quest'atto perchè le famiglie non ce la fanno più, si ricordi che le famiglie sono composte anche di anziani pensionati, spesso con pensioni da fame, o da disoccupati ed inoccupati. Perchè in loro favore il Governo non dice e non fa nulla?

Non è una coperta economica troppo corta che impedisce di dare risposte al disagio economico dei lavoratori, degli anziani, dei disoccupati ma una scelta ideologica chiamata politica economica neoliberista. Una scelta ideologica - continua Bizzoni - che oggi l'Europa della finanza e delle banche, complici tutti i Governi, porta avanti. A quell'ideologia il PRC contrappone un'idea di Europa dei popoli solidale e a livello nazionale ha predisposto uno strumento politico-progettuale, il Piano Nazionale per il Lavoro che presenteremo Sabato 29 marzo a Lanuvio, utile per dare una risposta non propagandistica, ma reale e concreta, alle difficoltà in cui si trovano i lavoratori. "

Così come la lista "L'Altra Europa con Tsipras" è uno sforzo per incidere a livello europeo di cui il PRC è parte, allo stesso modo il Piano per il Lavoro è la proposta nazionale di Rifondazione Comunista tesa a sostenere l'occupazione, non in modo astrattamente produttivo o di sussidio, ma in quei settori, spesso privi di profitti, ma indispensabili alle esigenze di tutti i cittadini.

All'iniziativa, che si volgerà presso la Sala delle Colonne di Villa Sforza-Cesarini (Lanuvio) alle ore

17, saranno presente Roberta Fantozzi, Segreteria Nazionale PRC e Giuseppe Cappucci, segretario generale CGIL della Camera del Lavoro Roma sud. Modera Fabio Pesoli, responsabile lavoro PRC Castelli, Colleferro, Litoranea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelli, "Diamo valore al lavoro": presentazione del Piano per il Lavoro a Lanuvio

FrosinoneToday è in caricamento