Castelli

Castelli, il 12 ottobre gli esponenti del partito della Rifondazione Comunista saranno a Roma al corteo per la difesa della Costituzione

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Il Partito della Rifondazione Comunista, federazione castelli, colleferro, litoranea, parteciperà al corteo del 12 ottobre che si svolgera a Roma a seguito dall’appello “La via maestra” lanciato da Rodotà, Landini e...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Il Partito della Rifondazione Comunista, federazione castelli, colleferro, litoranea, parteciperà al corteo del 12 ottobre che si svolgera a Roma a seguito dall'appello "La via maestra" lanciato da Rodotà, Landini e Zagrebelsky per la difesa e la piena attuazione della Costituzione. La manifestazione del 12 intreccia gli attuali problemi della democrazia e del lavoro, temi che vogliamo far emergere con forza, visto che l'informazione mainstream parla d'altro per nascondere la devastazione culturale, sociale ed economica che le politiche di austerità hanno prodotto in questi anni.

Il PRC dei castelli vuole dare il proprio contibuto adopererandosi per consentire la più ampia partecipazione possibile al corteo romano, in tale prospettiva organizza un presidio in Piazza S. Pietro ad Albano Laziale per il giorno giovedì 10 dalle ore 17,00 alle ore 20,00. Tutte le forze politiche e sociali, i democratici, i cittadini sono invitati a partecipare.

Il PRC ritiene che per poter difendere e rilanciare l'attuazione della Costituzione sia necessario che quanti vi si riconoscono si uniscano in una coalizione che guardi alla difesa ed all'estensione dei diritti dei lavoratori, dei diritti sociali e civili e alla difesa della democrazia, contro la pretesa di quanti con la scusa dell'innovazione e della necessaria austerità intendono manomettere i diritti costituzionali e rendere i lavoratori totalmente subalterni ai padroni.

Noi riteniamo che dire NO alle poltiche europee di contenimento della spesa sia il primo passo per la difesa della nostra democrazia come prevista dalla Costituzione e l'unica strada per riportare l'economia del nostro Paese nella responsabilità della politica italiana, che usa i trattati europei come una scusa per le loro politiche antipopolari. I governi Berlusconi, il governo Monti, il governo Letta, tutto cambia tranne il risultato, si continua a far pagare ai ceti popolari il costo di politiche utili al grande capitale finanziario ma non ai lavoratori.

Il Partito della Rifondazione Comunista della federazione castelli auspica che questa manifestazione possa diventare un momento di avvio per la costruzione di una opposizione di massa alle politiche di austerità che poteri forti, banche e governo PD-PDL stanno portando avanti

Marco Bizzoni

segreteria PRC castelli, colleferro, litoranea

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelli, il 12 ottobre gli esponenti del partito della Rifondazione Comunista saranno a Roma al corteo per la difesa della Costituzione

FrosinoneToday è in caricamento