Sabato, 16 Ottobre 2021
Castelli

Genzano, A Palazzo Sforza Cesarini un workshop internazionale su ambiente, paesaggio e beni comuni

È iniziato questa mattina a Palazzo Sforza Cesarini, "Le pietre sull'acqua", primo workshop internazionale di indagine e progetto su paesaggio, territorio, ambiente e gestione dei beni comuni, ideato e coordinato da Piero Rovigatti (DdA Pescara) e...

È iniziato questa mattina a Palazzo Sforza Cesarini, "Le pietre sull'acqua", primo workshop internazionale di indagine e progetto su paesaggio, territorio, ambiente e gestione dei beni comuni, ideato e coordinato da Piero Rovigatti (DdA Pescara) e Mario Tancredi (Universidad La Salle, Bogotà), con il patrocinio iniziale dei comuni di Genzano e Nemi. Tale progetto nasce da un'esperienza pluriennale, nata all'interno del Dipartimento d'Architettura dell'Università di Pescara (www.dda.unich.it) , che da diversi anni realizza questi incontri di studio e progettazione in varie parti d'Italia, in collaborazione con l'Università La Salle di Bogotà (https://www.lasalle.edu.co ), estesa ad un nutrito network di Università italiane e straniere.

Quest'anno il workshop, che si concluderà sabato 28 giugno, si occuperà del territorio situato tra Genzano, Nemi ed il lago, Ariccia, Lanuvio - l'antico Nemus Dianae della tradizione latina e romana - , una importante porzione dei Castelli Romani ricca di beni paesaggistici (sia naturali-ambientali che storici) - nell'idea di contribuire a rilanciare una riflessione collettiva, aperta e partecipata, attorno alle molte identità culturali ed economiche di tali luoghi, con l'obiettivo di costruire attorno ad essi percorsi di futuro responsabile e sostenibile, per i beni stessi e per i cittadini che li abitano e vivono.

La settimana d'incontri, seminari e confronti di studio si realizza grazie alla collaborazione del Comune di Genzano, in particolare dell'Assessorato allo Sviluppo Locale e al sostegno tecnico locale della Fondazione Terre Latine e dell'Ass.ne Diakronica, e ha i suoi momenti più importanti nella serrata successione di seminari di lavoro aperti al pubblico che ogni giorno si svolgeranno nella Sala delle Armi di Palazzo Sforza Cesarini e nel Museo delle Navi Romane di Nemi. Evento clou, proprio in questa sede, mercoledì 25 giugno, ore 17,00, è l'incontro dedicato alla comparazione tra la straordinaria vicenda storica del lago laziale e quella della laguna di Guatavita, a 90 km da Bogotà, legata alle vicende della colonizzazione ispanica e alla leggenda dell'Eldorado.

Numerose le amministrazioni coinvolte e che hanno concesso il patrocinio: Nemi, Ariccia, Lanuvio, Castel Gandolfo, Albano Laziale, Rocca di Papa, assieme anche al Parco Regionale dell'Appia Antica e al Parco Regionale dei Castelli Romani. Forte anche l'interesse e il sostegno, assieme a queste, offerto da un nutrito gruppo di associazioni civiche locali e del terzo settore, che nella giornata di giovedì 26 giugno, ancora nella Sala delle Armi a Palazzo Sforza Cesarini, discuteranno assieme a numerosi esperti, (coordinati da Paolo Bozzato, CESV) di come contribuire concretamente alla "rigenerazione dei rapporti territoriali e di senso tra il Nemus Dianae, la via Appia e i suoi borghi storici, attraverso nuove pratiche di cittadinanza attiva e di gestione partecipata dei Beni Comuni".

Ideazione e coordinamento scientifico:

Piero Rovigatti, DA - Università di Chieti-Pescara, Pagina Facebook: Le Pietre sull'acqua

Contatti: Piero Rovigatti, e - mail: p.rovigatti@unich.it

SKYPE: piero.rovigatti cell.: + 39 349 2313987

Mario Tancredi, Universidad de La Salle, Bogotà, e - mail:

Coordinamento istituzionale:

Virginio Melaranci, Assessore allo Sviluppo Locale, Amministrazione Comunale di Genzano

Segreteria tecnico scientifica: Marco Corsi, Labour - Laboratorio di Urbanistica, via S. Quirino 17 Lanuvio (RM) - e-mail:cormar84@gmail.com , Cecilia Conti, Associazione Diakronica - e-mail: ceciliaconti15@gmail.com

Le-Pietre-sull-acqua

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genzano, A Palazzo Sforza Cesarini un workshop internazionale su ambiente, paesaggio e beni comuni

FrosinoneToday è in caricamento