menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genzano, ultimo consiglio comunale con gli auguri del sindaco

L’ultima seduta del Consiglio comunale dell’anno, è il momento di bilanci e saluti. Ha iniziato il presidente del Consiglio comunale, Sandro Giannini, dando i numeri dell’assise per il 2014: “ci sono stati 13 consigli comunali mai rinviati, 74...

L'ultima seduta del Consiglio comunale dell'anno, è il momento di bilanci e saluti. Ha iniziato il presidente del Consiglio comunale, Sandro Giannini, dando i numeri dell'assise per il 2014: "ci sono stati 13 consigli comunali mai rinviati, 74

delibere approvate, diversi ordini del giorno approvati all'unanimità, 10 riunioni dei capigruppo e 23 di commissioni". Giannini ha poi voluto ringraziare tutti i consiglieri, i capigruppo, la sua vice Marta Elisa Bevilacqua e i dipendenti comunali, in primis la vicesegretaria generale, la dottoressa Geltrude Monti.

La parola è poi passata al sindaco che ha prima di tutto voluto dare alcune comunicazioni: "Ieri (il 22 dicembre, ndr) è stato approvato lo statuto della città metropolitana, di cui facciamo parte. Sempre ieri è stato inaugurato il sottopasso di via Montegiove, un'opera pubblica molto importante ai fini della realizzazione dell'ospedale dei Castelli. Ho recentemente anche incontrato il direttore generale della Asl, il dottor D'Alba che mi ha assicurato che i lavori dei poliambulatori stanno andando avanti, così come la convenzione con l'ospedale Bambino Gesù". Dopodiché, il sindaco ha passato in rassegna l'anno che si sta per concludere: dai lavori pubblici ("Abbiamo ultimato il primo tratto di viale Emilia Romagna, a gennaio rifaremo il secondo tratto; è stato asfaltato e sistemato il tratto dell'Appia che attraversa Genzano perché era fonte di pericolose vibrazioni; entro due mesi il mercato coperto sarà ultimato; per il completo rifacimento della chiesa dell'Annunziata mancano 40mila euro per i cornicion, poi 30mila euro sono stati spesi per la sostituzione di alcune lampade sull'Olmata centrale"), al verde, con "gli ottimi risultati e la buona manutenzione: nel prossimo bilancio metteremo più fondi per il parco Togliatti e per l'area archeologica della Villa degli Antonini", fino ai numeri di Palazzo e Parco Sforza Cesarini, con oltre 10mila visite e oltre 35mila euro di incasso.

Il 2014, poi, sottolinea ancora il sindaco, è stato l'anno della raccolta differenziata porta a porta: "Dal 19 novembre tutto il territorio è stato coperto dal servizio porta a porta e con il 61%. In questi giorni, d'accordo con la polizia municipale e la ditta Ambiente, inizieranno i controlli più serrati. Anche l'isola ecologica, opera costruita quest'anno, funziona bene anche alcune cose devono essere migliorate. Sono arriati 130 cestini stradali e se il patto di stabilità ce lo permetterà, ne acquisteremo altri anche per le deiezioni canine". Per concludere il resoconoto sui rifiuti, il sindaco ha anche ricordato la costituzione di parte civile del Comune di Genzano nel processo contro Cerroni, al quale l'amministrazione ha chiesto un risarcimento di 11 milioni.

Anche sul fronte dell'acqua, il 2014 è stato un anno buono: ripetuti controlli da parte di Acea e dell'Asl hanno dimostrato la purezza dell'acqua e su sollecito continuo dell'amministrazione, l'Acea ha fatto interventi strutturali per migliorare il servizio idrico della città. Poi, capitolo scuole: "Abbiamo investito oltre 1milione di euro per le scuole: sono tenute bene per i fondi che abbiamo a disposizione".

Il sindaco ha poi concluso il suo discorso leggendo una lettera che presto verrà affissa nelle strade della città: "Buon Natale. Buon Natale a tutti voi. Mi rendo conto che augurare a tutti un Natale gioioso e sereno possa suonare stonato, soprattutto per coloro che stanno vivendo una drammatica quotidianità, che non consente di trascorrere le festività natalizie con la serenità che ognuno di noi meriterebbe. Siamo in periodo storico molto difficile, ma è proprio in questo momento, in cui il nostro Paese è prigioniero di una profonda crisi economica e sociale che tocca il lavoro, il reddito delle famiglie e le imprese, suscitando ansie, paure, incertezza e precarietà, che i sindaci diventano i principali destinatari delle richieste dei cittadini, anche al di là delle effettive responsabilità, dei poteri e delle risorse disponibili. Conosciamo da molto vicino le difficoltà dei cittadini, così come conosciamo la situazione in cui versano le finanze statali: stiamo facendo la nostra parte per risanarle, ma non accettiamo la riduzione dei servizi e l'aumento della pressione fiscale. È per questo che abbiamo scelto di utilizzare le risorse proprio per il mantenimento dei servizi: le nostre spese sono per gli asili nido, le scuole materne comunali, l'assistenza agli anziani e ai disabili, il sostegno alle famiglie indigenti, la promozione culturale, le politiche ambientali. E gli investimenti si concentrano sulle scuole, le strade, il verde.

Quello che vogliamo è una città che sia vivace, bella e accogliente, che sappia dare risposte ai cittadini, ai giovani e agli anziani, alle donne e ai bambini, alle classi disagiate, agli immigrati, alle realtà commerciali, a coloro a che chiedono cultura, a chi esige il rispetto delle tradizioni, alle migliaia di turisti che ogni anno si recano a Genzano per ammirare la città e le sue manifestazioni più importanti: il tutto, nel rispetto del territorio e dell'ambiente che ci circonda, perché soltanto così si può costruire una città che sia davvero a misura d'uomo.

Ecco, cari cittadini, siamo consapevoli delle difficoltà del nostro Paese ma siamo certi delle tante risorse ed energie che possiamo mettere in campo. Possiamo farcela se tutti diamo il meglio di noi stessi. Farcela per non lasciare nessuno indietro e per dare ai nostri giovani l'opportunità di scommettere sul futuro. Farcela perché questa è la nostra città, dove siamo nati e dove risiediamo, la città che amiamo.

Voglio augurare un buon Natale innanzitutto a chi non ha un lavoro stabile e a chi sta attraversando un periodo di difficoltà economica, perché a loro va l'auspicio che possano, prestissimo, ritrovare la serenità.

Buon Natale alle donne e agli uomini di Genzano, braccia e menti infaticabili, dentro e fuori casa, motore propulsivo dell'intera comunità.

Buon Natale agli anziani, custodi delle nostre radici e di una memoria storica che è insegnamento di vita e al bisogno non fanno mai mancare il loro discreto aiuto alla famiglia.

Buon Natale a tutti i nostri giovani, che meritano la fiducia e l'opportunità di restare nel nostro Paese.

Buon Natale ai bambini, la nostra più grande ricchezza, affinché abbiano occhi attenti e cuori aperti ad accogliere solo esempi positivi e costruttivi per il loro futuro.

Buon Natale e un grazie sincero alle associazioni e al volontariato locale, ai Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Polizia locale, alla Protezione civile, ai Consiglieri e a tutti i dipendenti comunali, per il loro contributo al funzionamento dei servizi e alla realizzazione degli eventi nella nostra comunità.

Auguro a tutti i miei concittadini un Natale sereno e un anno migliore. Lo faccio con la speranza che la solennità di questa festa possa alimentare l'amore per la nostra comunità e la volontà di contribuire tutti insieme e senza sterili contrasti alla costruzione del nostro futuro. Una comunità unita e partecipe è il regalo più bello che un Sindaco possa desiderare per Natale.

Grazie a tutti voi".

Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento per gli interventi di manomissione del suolo pubblico e la rateazione e dilazione di pagamento dei ruoli suppletivi per gli anni 2009-2014 di Tarsu, Tares e Tari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento