Grottaferrata, al Vinitaly premiata la cooperativa Capodarco

L’Agricoltura Capodarco di Grottaferrata ha ricevuto oggi al Vinitaly 2016 il prestigioso riconoscimento del premio Angelo Betti, nuova denominazione della medaglia Cangrande conferita ogni anno ai benemeriti della vitinicoltura.

Coo Capodarco

L’Agricoltura Capodarco di Grottaferrata ha ricevuto oggi al Vinitaly 2016 il prestigioso riconoscimento del premio Angelo Betti, nuova denominazione della medaglia Cangrande conferita ogni anno ai benemeriti della vitinicoltura. Il premio è stato ritirato dal presidente della Cooperativa, Salvatore Stingo, durante la cerimonia di inaugurazione della 50° edizione del Vinitaly, la più grande Fiera internazionale dedicata al Vino e ai Distillati in programma a Verona dal 10 al 13 aprile.

Il premio viene conferito seguendo le indicazioni degli assessorati regionali all’Agricoltura che segnalano quanti, con la propria attività professionale o imprenditoriale, contribuiscono al progresso qualitativo della produzione viticola della propria regione e del proprio Paese.

“L’esperienza della Cooperativa Capodarco ci rende orgogliosi - ha dichiarato l’assessore regionale all’agricoltura, Carlo Hausmann, presente alla Fiera all’interno del Padiglione Lazio - è una delle più interessanti espressioni della funzione sociale dell’agricoltura, rappresentando da oltre 35 anni un modello di sviluppo economico straordinario, capace di coniugare la promozione sociale e la partecipazione del contesto locale ad una produzione agricola di altissima qualità.

Esempio straordinario di un felice trasferimento di valori etici, primi fra tutti l’attenzione alla persona e il rispetto dell’ambiente, ad una offerta di prodotti vitivinicoli sostenibili, a dimostrazione del fatto che sono le persone con il loro amore e il loro lavoro, a rendere un prodotto il più giusto, il più corretto e il più naturale possibile.

Oggi la Cooperativa Capodarco è un’azienda biologica e sociale profondamente integrata nel tessuto economico, culturale e sociale del territorio dei Castelli Romani. I suoi prodotti di eccezionale qualità e di alto valore etico, sono: Biancodarco Senza Solfiti, Don Franco Senza Solfiti, Frascati Doc, San Nilo Bianco Igp, San Nilo Rosso Igp”.

SANITA’: REGIONE LAZIO, RICETTA DEMATERIALIZZATA ANCHE PER LA SPECIALISTICA

Firmato dal Presidente Nicola Zingaretti il decreto con cui si adotta il Catalogo unico regionale (CUR) delle prestazioni specialistiche, una versione aggiornata e semplificata del nomenclatore nazionale.

“Si tratta di un passaggio strategico del percorso che stiamo facendo da tre anni – spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - per immettere nel sistema sanitario regionale forti dosi di innovazione a base di semplificazione, trasparenza e chiarezza, elementi indispensabili anche per azzerare fenomeni negativi. L’introduzione del Catalogo permetterà infatti di passare alla ricetta dematerializzata anche per quanto riguarda la prescrizione delle viste specialistiche”.

Il CUR contiene ad oggi oltre 4.000 prestazioni prescrivibili a carico del SSR in modalità dematerializzata da parte dei medici della Regione Lazio. In questa prima fase di applicazione è previsto che, in sede di prescrizione dematerializzata, i medici possano, ove lo ritengano opportuno, integrare la descrizione presente nel catalogo con ulteriori specifiche ed indicazioni utili per l’erogatore, utilizzando il campo “note” della ricetta dematerializzata. Si tratta comunque di un “work in progress” poiché il Gruppo di tecnici ed esperti che ha lavorato per la definizione del Catalogo Unico Regionale delle prestazioni specialistiche prescrivibili, continui a svolgere la propria attività raccogliendo ed esaminando, con le modalità che saranno definite e comunicate a tutti i soggetti interessati, osservazioni e suggerimenti finalizzati al miglioramento del CUR, nella prospettiva di realizzare versioni aggiornate del catalogo con cadenza orientativamente semestrale.

Il documento, in formato scaricabile, è disponibile per tutti i soggetti interessati mediante la sua pubblicazione nell’area “Servizi Dematerializzata” del Portale regionale della Sanità, all’indirizzo https://www.poslazio.it/opencms7/opencms/sociale/pos/index.html.

PERTINI, ZINGARETTI: SOLIDARIETA’ A PERSONALE, PUNIRE I COLPEVOLI

“Solidarietà a medici e infermieri per aggressione pronto soccorso #Pertini. Atto ignobile, violenti vengano individuati e puniti”. Lo scrive su twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento