Lanuvio, la ‘cura’ della Giunta Galieti: tagli alle spese e razionalizzazione degli spazi

E' una vera e propria opera di razionalizzazione delle spese, finalizzata alla salvaguardia dei conti comunali, quella andata in scena negli ultimi anni a Lanuvio, ad opera dell'Amministrazione guidata dal sindaco Luigi Galieti.

La Giunta Galieti

E' una vera e propria opera di razionalizzazione delle spese, finalizzata alla salvaguardia dei conti comunali, quella andata in scena negli ultimi anni a Lanuvio, ad opera dell'Amministrazione guidata dal sindaco Luigi Galieti. A fronte dei continui tagli degli organi superiori, che hanno fiaccato le autonomie finanziarie degli enti locali, i vertici comunali hanno reagito con la sagacia e l'attenzione del buon padre di famiglia. A fronte del blocco del turn over si sono avuti risparmi per 80mila euro, che hanno consentito di poter impiegare “borse lavoro” ed operai comunali. La svolta è rintracciabile nella decisione di rinunciare con coraggio a figure apicali, come testimoniato dalla scelta di accorpare i capisettore dei lavori pubblici e dell'urbanistica, che ha rappresentato il massimo esempio di virtuosismo, con un risparmio di ben 45mila euro. Evidenti i benefici sul fronte della manutenzione, visto che in precedenza si poteva contare su un solo operaio comunale a fronte di ben 44 chilometri di territorio. Coi risparmi accumulati il Comune si è quindi potuto avvalere di altri operai, impiegati attraverso tirocini o assunzioni temporanee, effettuate attraverso il Centro per l'Impiego provinciale e sfruttando il principio della sussidiarietà orizzontale.

Il tutto s'inserisce in un sistema di razionalizzazione del patrimonio comunale, che ha già comportato la riduzione delle spese scaturite dallo spostamento del Comando di Polizia Locale, che prima stazionava in un locale privato ed è stato poi trasferito nel piano terra della scuola 'Marcantonio Colonna', all’interno di locali sino ad allora inutilizzati. Uno spostamento che per i vigili urbani si è tradotto in un evidente salto di qualità, visto che la nuova struttura è dotata di grate, sistemi di allarme e rete veloce, mentre la vecchia era persino sprovvista del bagno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre all'interno dei locali dell'istituto 'Marcantonio Colonna’, sono state inoltre sistemate le aule all’interno delle quali predisporre la 'Casa delle Associazioni', un progetto tanto caro all'amministrazione comunale, che conta di trovare così una degna collocazione per tante realtà cittadine costrette a peregrinare in strutture temporanee o non all’altezza delle proprie esigenze. Identico destino per alcuni locali della scuola ‘Galieti’, che oltre alla Protezione Civile saranno destinati ad ospitare altre associazioni che ne avranno esigenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento