rotate-mobile
Castelli

Lariano , Gianni Santilli nominato assessore con le deleghe ai lavori pubblici, turismo, spettacolo, parchi, giardini, arredo urbano e bandi comunitari

Intensa seduta del consiglio comunale di Lariano quella di mercoledi pomeriggio. S’inizia con le comunicazioni del Sindaco Caliciotti della nomina ad assessore con deleghe ai lavori pubblici, turismo, spettacolo, parchi, giardini, arredo urbano e...

Intensa seduta del consiglio comunale di Lariano quella di mercoledi pomeriggio. S’inizia con le comunicazioni del Sindaco Caliciotti della nomina ad assessore con deleghe ai lavori pubblici, turismo, spettacolo, parchi, giardini, arredo urbano e bandi comunitari a Gianni Santilli, già capogruppo di Prima Lariano che prende così le deleghe del compianto Walter Pantoni.

Il sindaco Caliciotti si è congratulato con Gianni Santilli per la nomina e ha sottolineato il grande impegno profuso già nel ruolo di capogruppo di Prima Lariano. Il neo assessore si è detto orgoglioso della nomina :”Ringrazio il sindaco Caliciotti per la nomina e tutta la maggioranza, e un grazie a tutti i cittadini per l’affetto testimoniato in questi giorni dopo la mia nomina ad assessore .E’ un impegno importante, difficile, ma che porterò avanti con la determinazione, la costanza e la serietà che spero di aver dimostrato in questi 3 anni da capogruppo”. Poi c’è stata la discussione della mozione presentata dal gruppo Più Lariano che chiedeva per una migliore sicurezza della comunità e del servizio della polizia locale, la dotazione di arma individuale o altri dispositivi di difesa. Ne è scaturito un ordine del giorno votato all’unanimità con il quale si conviene di acquisire dettagliata relazione dal Comando di Polizia locale e a convocare apposita Commissione consiliare per una decisione in merito». Poi il sindaco Caliciotti ha dato comunicazione del ripiano del disavanzo di amministrazione a seguito del riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi previsto dalla nuova normativa contabile, che è passato con dieci voti a favore e sei gli astenuti. Poi altro importante punto approvato con il rinegoziazione dei prestiti ordinari della cassa Depositi e Prestiti. “Tra i provvedimenti governativi- ha affermato il sindaco Caliciotti- c’era anche la possibilità di rinegoziare i mutui per i debiti residui. Abbiamo scelto di aderire. Il Comune di Lariano può rinegoziare diciassette mutui per un totale debito residuo di 2.313.147,48 euro. Tutto questo porterà l’indebitamento dell’ente da un tasso medio che superava il 5,50 e lo porterà allineato intorno al 5 per cento, con un risparmio annuo di quota interessi e un minor esborso da parte del Comune di circa 62.000 euro l’anno, esattamente 61.709,30. Questa è una scelta di responsabilità”.L’assessore Santilli ha sottolineato” l’importanza di tale operazione. Abbassare quasi di un punto percentuale il tasso di indebitamento significa abbassare la rigidità strutturale di questo ente. Dare quindi un po’ di respiro e liberare risorse da poter investire sul territorio per realizzare alcune opere, anche con 61.000 euro l’anno che per questo Comune possono anche fare la differenza. La legge ci offre questa possibilità e credo che questa Amministrazione faccia benissimo a sfruttarla e a prenderla in considerazione, non essendovene altre, altrimenti non avremmo a disposizione neanche questi 61.000 euro”. Il punto approvato con dieci voti a favore e sei astenuti. Poi si è parlato della Tari, della Tasi, dell’Imu e dell’Irpef. Durante gli interventi è stato ribadito il concetto che dallo Stato centrale non giungono più finanziamenti e che per le amministrazioni locali diventa difficilissimo erogare servizi con le casse vuote. Nonostante ciò nella nostra città, grazie ad un taglio del superfluo e di tutti gli sprechi, i cittadini non hanno visto né una riduzione dei servizi, né un abbassamento della qualità degli stessi: tutto merito di una gestione oculata e responsabile del denaro pubblico, soprattutto in questa difficile congiuntura economica. Per la Tari il piano finanziario che si presentava per l’approvazione prevedeva una somma totale di 2.213.000 costo della nettezza urbana. Il sindaco ha evidenziato che:”Il ruolo resta pressoché invariato, ci sono dei piccoli aumenti nell’ordine del 2-3% tra quota fissa e variabile. C’è ancora da fare molto con la lotta all’evasione. Con la differenziata e grazie ad un lavoro importante dell’assessorato ci sono stati notevoli miglioramenti e l’abbattimento dei costi di conferimento in discarica”. L’assessore Fabrizio Carrante:”Questo è un piano finanziario importante. Grande lavoro svolto dall’assessorato. Ci sono state migliorie notevoli con la differenziata che è arrivata intorno al 65% e da sottolineare l’abbattimento dei costi di conferimento in discarica di circa 70.000 euro e importante l’abbattimento del costo di conferimento degli sfalci che ora vengono smaltiti in modo isolato grazie al progetto dell’assessorato. Grazie a tutto questo lavoro c’è stata possibilità di contenere al massimo le bollette. Ricordiamo che i costi fissi per legge devono essere ricoperti al 100%. Importante sarà la lotta all’evasione, che insieme all’incremento della differenziata e alla riduzione dei costi in discarica,speriamo già dal 2016 dare la possibilità di avere una riduzione delle bollette”. Approvato il piano con i voti della maggioranza Prima Lariano e i voti contrari delle opposizioni. Per l’Irpef è stato approvata la nuova tariffa dello 0,70% con l’aumento dello 0.10% rispetto a quella precedente. Per la Tasi e l’Imu restano invariate le precedenti tariffe. Per tutte le tariffe Tari, Tasi e Imu è possibile consultare per le informazioni il portale istituzionale www.comune.lariano.rm.it

Alessandro De Angelis

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lariano , Gianni Santilli nominato assessore con le deleghe ai lavori pubblici, turismo, spettacolo, parchi, giardini, arredo urbano e bandi comunitari

FrosinoneToday è in caricamento