rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lariano, sequestrati quattro panifici abusivi. Multe per 10 mila euro ai finti fornai

I Carabinieri della Compagnia di Velletri, insieme al personale del Nucleo Antifrodi del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari di Roma (N.A.C.) e del Nucleo Antisofisticazione e Sanità del Comando Tutela per la Salute di Roma (N.A...

I Carabinieri della Compagnia di Velletri, insieme al personale del Nucleo Antifrodi del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari di Roma (N.A.C.) e del Nucleo Antisofisticazione e Sanità del Comando Tutela per la Salute di Roma (N.A.S.), nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto della panificazione abusiva e delle irregolarità delle autorizzazioni, delle norme sanitarie e dell’igiene pubblica, hanno controllato 4 attività, ubicate a Lariano, dedite alla produzione abusiva del tipico “Pane di Lariano”. Nel corso delle verifiche è stato eseguito un decreto di sequestro emesso dalla Procura della Repubblica di Velletri a carico dei titolari dei panifici abusivi controllati. Durante il controllo è emerso che i quattro forni, tutti abusivi e privi delle previste autorizzazioni comunali e sanitarie, oltre a non essere titolari del suddetto marchio collettivo, producevano giornalmente quintali di pane e lo immettevano sul mercato vendendolo per “genuino”. Nel corso delle operazioni sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Velletri 15 persone tra titolari e lavoratori non regolari, tutti del luogo. Oltre ai forni controllati, le attrezzature ed macchinari sono stati posti sequestrati 800 kg di farina e 950 kg di pane già prodotto. L’attività lavorativa è stata sospesa ai sensi delle vigenti disposizioni normative in materia e sono state elevate anche sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a 10.000,00 euro. Alle operazioni hanno partecipato oltre ai Carabinieri della Compagnia di Velletri ed in particolare della Stazione di Lariano, attivamente impegnata sul territorio, due reparti speciali dell’Arma: il N.A.C. (Nucleo Antifrodi Carabinieri) del Comando CC Politiche Agricole e Alimentari di Roma posto alle dipendenze funzionali del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, esercita i poteri ispettivi devoluti a quel Dicastero e svolge controlli straordinari sulla erogazione e percepimento di aiuti comunitari nel settore agroalimentare e della pesca ed acquacoltura, sulle operazioni di ritiro e vendita di prodotti agroalimentari, ivi compresi gli aiuti a Paesi in via di sviluppo e indigenti. Esercita, inoltre, controlli specifici sulla regolare applicazione di regolamenti comunitari e concorre, coordinandosi con l'Ispettorato Centrale per il Controllo delle Qualità dei Prodotti Agroalimentari, nell'attività di prevenzione e repressione delle frodi nel settore agroalimentare; il NAS (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) del Comando CC Tutela per la Salute di Roma posto alla dipendenze funzionali del Ministero della Salute, ha il potere di intervento in tutti i luoghi dove si producono, si somministrano, si depositano o si vendono prodotti destinati all'alimentazione; possono ispezionare tutti i luoghi in cui vengono prodotti, o si suppone che lo siano, tali sostanze in tutte le ore del giorno o della notte, sempre a tutela della salute dei consumatori. In particolare i settori merceologici su cui hanno competenza sono: acque e bibite, carni ed allevamenti, conserve alimentari, cibi destinati ad alimentazioni particolari, farine, pane e pasta, latte e derivati, oli e grassi, prodotti ittici, salumi ed insaccati, vini ed alcolici, zuccheri e sofisticanti, ristorazione, prodotti fitosanitari, mangimi e prodotti zootecnici, farmaceutici e sanità, stupefacenti e comunità terapeutica. Il pane di Lariano è un prodotto agroalimentare caratteristico della zona, diffuso in tutta la provincia di Roma e conosciuto a livello regionale. Il tipico pane casereccio è stato incluso tra i prodotti tradizionali agroalimentari della Regione Lazio, attraverso il d.m. 350/99 del Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Nel 2011 i produttori del luogo hanno costituito l’”Associazione Pane di Lariano”, allo scopo di valorizzare, promuovere e tutelare il tipico “pane” ottenendo dall’ufficio italiano brevetti il riconoscimento di Marchio Collettivo Geografico (acronimo M.C.G.) con denominazione di “pane di lariano” e logo iconografico.
Si parla di

Video popolari

Lariano, sequestrati quattro panifici abusivi. Multe per 10 mila euro ai finti fornai

FrosinoneToday è in caricamento