Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Castelli

Marino, Aversa (Pdci): “primi segnali di cambiamento in città per mandare via la destra da palazzo Colonna”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Un vero commento sulla nota del PD di Marino contro la cementificazione e contro l’aggressione edilizia che, se non “governata”, non riesce a livello locale a spiegare quale sia il vero volano economico che può attivare...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Un vero commento sulla nota del PD di Marino contro la cementificazione e contro l'aggressione edilizia che, se non "governata", non riesce a livello locale a spiegare quale sia il vero volano economico che può attivare: quello della rigenerazione, quello della presenza nelle manutenzioni straordinarie e nelle ristrutturazioni, quello nelle opere pubbliche di riqualificazione energetica e della sicurezza. E' proprio qui il vero livello dell'importanza, strategica e di visione della Marino e dei Castelli del futuro, prima che di "risposta politica e amministrativa immediata". Certo, la risposta comunque c'è ed è chiarissima, non balbettante, in alcun aggettivo e sostantivo utilizzati per proporsi come perno alternativo alla destra. Ai contenuti devastanti delle Giunte Palozzi, in termini di scelte urbanistiche, e ai suoi modi arroganti e spesso illegittimi nell'esercizio del (mal)governo perpetrato per anni. Ma, rileviamo come Partito dei Comunisti Italiani - sottolinea Maurizio Aversa, segretario di Marino - che, questo è la dimostrazione di una crescita corale della stessa società marinese che è pronta a riprendere nelle proprie mani l'esercizio delle scelte che contano per la vita delle persone. Infatti, lo spartiacque degli ultimi esiti elettorali che hanno visto nel Lazio e a Roma perseguire, proporre, concetti molto aderenti alle battaglie contro la cementificazione che da anni e oggi ci troviamo a combattere come cittadini, come sinistra, come centrosinistra, come comunisti hanno una traccia precisa. "Basta con il consumo di suolo", ha indicato nel suo dettato di governo regionale Nicola Zingaretti; stop all'invasione dell'agro romano, ha marcato Ignazio Marino Sindaco di Roma che guarda molto oltre la "competenza amministrativa" col concetto di Agro romano; - sostiene aversa - cioè si sta ormai attivando un circolo virtuoso che mette all'angolo la speculazione edilizia e finanziaria; che , per citare un proverbio arabo siamo consapevoli che "Il cammino del viaggiatore è tracciato dagli astri e non dalle dune di sabbia". Fondamentale è che questo circolo virtuoso, riesca a riattivare interesse, credibilità, serietà e fiducia nelle scelte che la sinistra e il centrosinistra stanno proponendo ai cittadini; fondamentale è che forze che oggi non si riconoscono nel centrosinistra (per vecchie diffidenze o per collocazione politica soggettiva) siano esse gruppi o liste civiche, acquisiscano una consapevolezza della determinazione che stiamo perseguendo - conclude aversa - per cacciare la destra dal governo di Marino e contestualmente insediare una amministrazione di alternativa e cambiamento a Palazzo Colonna. In questo, sicuri artefici e generosi protagonisti saremo, noi comunisti, senza dimenticare un altro valido proverbio arabo: "Trattate i complimenti che vi fanno come profumi: odorateli ma non inghiottiteli". Per questo, ringraziamo il PD non di una "mossa", ma dell'indirizzo certo tracciato per il cammino. Ci aspettiamo un aumento di consenso alle nostre azioni da parte di compagni, elettori, cittadini che reputano fondamentale la salvaguardia ambientale, la centralità del bene paesistico e paesaggistico, la rilevanza dei Parchi dell'Appia Antica e dei Castelli romani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino, Aversa (Pdci): “primi segnali di cambiamento in città per mandare via la destra da palazzo Colonna”

FrosinoneToday è in caricamento