Castelli

Marino, Esposito: "nessun problema d'igiene nelle nostre scuole"

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Le scuole di Marino non sono da terzo mondo. Chi lo dice e lo scrive mente sapendo di mentire e fa il male dei nostri piccoli cittadini. Una operazione, non la prima del genere, disgustosa, che davvero non può andare...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Le scuole di Marino non sono da terzo mondo. Chi lo dice e lo scrive mente sapendo di mentire e fa il male dei nostri piccoli cittadini. Una operazione, non la prima del genere, disgustosa, che davvero non può andare avanti oltre".

Con queste parole l'assessore alla Pubblica Istruzione Arianna Esposito, il volto femminile più noto a Marino nella nuova stagione della Coalizione dei Moderati per Fabio Silvagni Sindaco, passa all'attacco dopo l'ennesimo polemica sulle scuole. Una strumentalizzazione nata dopo la scoperta del coleottero in un piatto di verdura servito al plesso Verdi.

"Non permetterò come assessore alla Pubblica Istruzione che la campagna elettorale arrivi nelle scuole, tra i nostri bambini e ragazzi. Tuttavia, spero davvero per l'ultima volta, sono tenuta a rispondere alla cattiva informazione infarcita di bugie diffusa da qualche militante di sinistra ai danni delle scuole della Città di Marino, degli operatori che ci lavorano e soprattutto dei nostri ragazzi".

"Marino non è una favela. Si legge di scarafaggi e escrementi di topo" attacca Esposito. "I lettori di giornali e informazione on line, i nostri cittadini per primi, hanno potuto seguire praticamente in diretta le analisi sull'insetto trovato nella bieta la scorsa settimana. Non si trattava di uno scarafaggio che avrebbe indicato sporcizia nell'ambiente ma di un coleottero, ovvero un insetto che vive all'aria aperta nei campi. E in ogni caso abbiamo proceduto tempestivamente ad accertare, sospendendo nel frattempo le forniture specifiche con assoluta celerità. Abbiamo proceduto da parte nostra anche alla disinfestazione dei locali per ulteriore precauzione, nonostante l'azienda fornitrice si fosse presa già tutta la responsabilità dell'accaduto che non era quindi né dell'Amministrazione comunale né della Multiservizi dei Castelli. Una serie di importanti azioni - prosegue la Esposito - decise, concordate e compiute in assoluta collaborazione su tempi e metodi con la Asl e la Multiservizi dei Castelli che cucina e sporziona i cibi destinati ai nostri ragazzi. L'ulteriore intervento dei Nas ha certificato l'assoluta igiene e idoneità degli ambienti, dei cibi serviti e del personale".

"Rispetto alla scuola Silvestri di Castelluccia - prosegue la nota di Esposito - conosciamo bene tutti i problemi segnalati. Tra tutti i nostri plessi, infatti, proprio la scuola Silvestri è quella più prossima a zone verdi in aperta campagna dove, come è naturale che sia, vi possono essere più insetti e animali vari nei paraggi. Vi fu anche la segnalazione di una pelle di serpente e della presenza di topi di campagna che hanno lasciato escrementi. Proprio perché siamo a conoscenza di questa problematica legata alla logistica della scuola la Silvestri è seguita con particolare attenzione e siamo intervenuti più volte in maniera mirata. Altro che pulizia ordinaria. Le soluzioni sono state efficienti in quanto nell'ultimo mese non abbiamo ricevuto ulteriori segnalazioni".

"Strumentali anche le polemiche sul gas radon. Esperti di settore, assieme all'Inail stanno seguendo l'Amministrazione nel lavoro di monitoraggio in tutte le aule che sono risultate più sensibili. Alcuni interventi sono stati effettuati già in passato con risultati positivi."

"Quanto alle ulteriori polemiche sugli omaggi natalizi alle scuole - dice ancora la Esposito - l'Amministrazione oltre alle penne di Spiderman come regalino di Babbo Natale ha donato a ogni classe delle elementari e delle materne dei kit didattici e ai ragazzi delle medie la tessera Biblio+ per accedere gratuitamente quattro mesi al materiale culturale presente sul sito del Consorzio Bibliotecario dei Castelli Romani. Ma evidentemente chi si ostina a diffondere bugie è talmente accecato dal rancore da commettere l'errore di andare a sbattere proprio sulle scuole. L'unico luogo sacro su cui la polemica politica dovrebbe ritrarsi. Una lezione che speriamo davvero, da qui a maggio, di non dover ripetere. Perché altra disinformazione e altro allarmismo falso potrebbero non essere tollerati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino, Esposito: "nessun problema d'igiene nelle nostre scuole"

FrosinoneToday è in caricamento