Marino, il comune pronto ad acquisire nuovi terreni in via del Divino Amore e Nettunense

L’Amministrazione comunale di Marino, con l’approvazione in giunta di una apposita delibera avente oggetto Delimitazione dei centri abitati ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285 “Nuovo codice della strada e...

Via del divino amore

L’Amministrazione comunale di Marino, con l’approvazione in giunta di una apposita delibera avente oggetto Delimitazione dei centri abitati ai sensi dell’articolo 4 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285 “Nuovo codice della strada e successive modifiche e integrazioni –

Approvazione aggiornamento delimitazione ha attivato le procedure necessarie all’acquisizione di alcune tratte stradali ad oggi regionali o provinciali ricadenti sul territorio comunale: Strada Regionale 2017 Via Nettunense dal Km 0,00 (intersezione con via Appia) al Km 0,950 (intersezione con via del Divino Amore), della stessa Strada Provinciale 91/b Via del Divino Amore dal Km 0,00 (intersezione con via Nettunense) al Km 1,200 (ferrovia Roma-Velletri), Strada Provinciale 77 Via del Sassone dal Km 0,00 (intersezione con via Appia Nuova) al Km 1,170 (confine Comune di Ciampino), Strada Provinciale 216 via Ferentum dal km 22,09 (Caserma Vigili del Fuoco e Stadio Comunale) al Km 22,500 (intersezione S.P. 217 Via dei Laghi) e Strada Provinciale 16/b via Costa Caselle dal Km 0,00 (Largo Zaccaria Negroni) al Km 1,520 (Confine Comune di Grottaferrata)L’atto mira a una globale ridefinizione del perimetro abitato e quindi tecnicamente dei centri urbani, tenendo conto principalmente del fatto che le ex circoscrizioni II (S. Maria delle Mole/Cava dei Selci) e III (Frattocchie) sono ormai, per effetto dell’attuazione urbanistica sia di programma sia di recupero, un unico aggregato urbano senza soluzione di continuità che, al 31 dicembre 2014, contava 27mila 777 abitanti a fronte dei 41mila 759 totali dell’intero territorio comunale.

Si tratta di una procedura complessa che riguarda diversi livelli istituzionali: l’Amministrazione comunale come ente territoriale, la Città metropolitana e la Regione Lazio come enti proprietari delle strade.

Il Comune di Marino ha individuato e delimitato i centri urbani in cui ricadono porzioni di queste strade e deliberato in tal senso con un atto formale propedeutico al percorso amministrativo che dovrà necessariamente coinvolgere gli enti proprietari (Città metropolitana e Regione Lazio).

Si tratta di un procedimento a più fasi con una tempistica che prevede la pronuncia dell’ente proprietario della strada che ha un termine di sessanta giorni per aderire o contestare e produrre osservazioni. Dopo ciò o il procedimento si conclude con l’avvio della pratica di cessione. Altrimenti si può aprire una fase interlocutoria di dialogo tra le varie istituzioni attraverso una apposita conferenza dei servizi che può essere richiesta da uno degli enti destinatari.

Ai sessanta giorni devono aggiungersi trenta giorni per la pubblicazione.

Si tratta di una procedura piuttosto rigorosa in termini normativi. L’Ente ha fatto ricognizione, ha allegato gli atti analitici, redatti e forniti dal comandante della Polizia Locale, dottor Alfredo Bertini, dirigente dell’area VII Sicurezza Urbana, con l’obiettivo di sostenere e motivare la scelta dell’acquisizione oltre a tutta una fase di studio preliminare che è la premessa e la valutazione propedeutica alla deliberazione.

Soddisfatto il sindaco Fabio Silvagni:”L’approvazione di questa delibera in giunta è un atto concreto che, per quel che riguarda la nostra Amministrazione, vuole rappresentare una vicinanza ancor più convinta ai cittadini. Ci prendiamo una responsabilità in più – va avanti Silvagni – perché vogliamo amministrare il territorio in prima persona rendendolo sempre più moderno e sicuro per tutti i cittadini”.

“Il prossimo passo politico in tal senso, oltre al percorso burocratico avviato, prevede una riunione dei capigruppo dedicata specificamente a questo importante atto amministrativo che stiamo compiendo. L’ho convocata per il 24 marzo prossimo. Successivamente vedremo, carte alla mano, tutti i comitati che hanno chiesto e sostenuto con forza questo provvedimento, in primo luogo quelli di via del Divino Amore ai quali la nostra Amministrazione, con parole e fatti, è rimasta vicino sin dall’insediamento”.

“Questo percorso responsabile, istituzionale e non altre proposte bizzarre è la via maestra che con la coscienza del buon amministratore abbiamo deciso di percorrere e stiamo percorrendo con l’auspicio concreto – conclude il sindaco Silvagni – di arrivare quanto prima a un risultato visibile per tutta la comunità cittadina di Marino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento