menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Acqua pubblica

Acqua pubblica

Marino, nei giorni scorsi aperto l'ufficio ACEA ATO 2 a Frattocchie

La Città di Marino fa bella figura grazie al nuovo ufficio Acea Ato 2 presentato lo scorso venerdì mattina nella circoscrizione di Frattocchie e già attivo da due settimane il primo e il terzo venerdì del mese dalle 8 alle 13

La Città di Marino fa bella figura grazie al nuovo ufficio Acea Ato 2 presentato lo scorso venerdì mattina nella circoscrizione di Frattocchie e già attivo da due settimane il primo e il terzo venerdì del mese dalle 8 alle 13

per tutti gli utenti dei servizi idrici Acea Ato 2. Un servizio per i cittadini di Marino, dunque, ma non solo. Un punto baricentrico comodamente raggiungibile anche dagli utenti di Ciampino, Castelgandolfo, Pavona e Cecchina lungo le due direttrici principali Appia e Nettunense.

A presentare l'iniziativa il consigliere comunale di Marino, Stefano Cecchi, già delegato della precedente giunta per le questioni Acea oggi affidate dal sindaco Fabio Silvagni, salutato calorosamente, all'assessora Cinzia Lapunzina.

Presenti a fianco al primo cittadino marinese anche l'assessore all'Urbanistica, Gianfranco Bartoloni, i consiglieri comunali Franco Marcaurelio , Sergio Ambrogiani e il tecnico comunale Dino Menghini.

Per Acea Ato 2 era presente il neopresidente Paolo Saccani, per i comuni limitrofi Maurizio Colacchi, presidente del Consiglio comunale di Castelgandolfo oltre che membro del cda Acea Ato 2 e Carlo Verini, vicesindaco di Ciampino.

Il numero uno Acea Ato 2, Saccani si è detto "particolarmente grato verso il sindaco di Marino per questa iniziativa che rappresenta in modo tangibile anche la volontà da parte di Acea di avvicinarsi ai clienti".

Maurizio Colacchi per Castelgandolfo ha definito l'iniziativa di Marino "esempio pratico di dialogo tra amministrazioni".

"Un servizio d'ambito più che ottimale" secondo il vicesindaco di Ciampino, Carlo Verini che "renderà più agevole il rapporto tra Acea a utenza".

Il sindaco di Marino, Fabio Silvagni in conclusione ha colto l'occasione per fare il punto "in pubblico, di fronte a tutti" sul rapporto tra Amministrazione comunale e Acea, preannunciando anche l'intenzione - che si va concretizzando punto per punto - di andare verso "l'unione tra i comuni di Marino, Castelgandolfo e Ciampino e altri non solo per il servizio idrico, già integrato nell'Ato, ma anche per il trasporto pubblico locale e la nettezza urbana".

Il primo cittadino marinese si è quindi soffermato su alcune criticità come quelle presenti al depuratore di Valle dei Morti oppure su via Nino Bixio a Cava dei Selci "dove sono state effettuate circa ottanta riparazioni nel 2014 ed è necessario un intervento definitivo".

Silvagni si è quindi appellato al presidente Acea pensando "ai 5mila cittadini di Marino che sono ancora scollegati dalla rete fognaria" e ha chiesto una soluzione prima di giugno.

Mentre per la fine di giugno Silvagni ha annunciato già uno spostamento dell'ufficio Acea Ato 2 come dell'intera circoscrizione:"Stiamo lavorando - ha detto - per realizzare una circoscrizione unica tra Frattocchie e Santa Maria delle Mole che ci consentirà di risparmiare fino al 50% di soldi pubblici. Quindi opo il 30 giugno questo ufficio Acea potrebbe essere delocalizzato lì in una sede ancora migliore e più grande. L'obiettivo di lungo termine, infatti, è quello di spostare l'intera asse amministrativa alle frazioni".

Concludendo il sindaco ha chiesto e ottenuto la disponibilità da parte dei vertici Acea Ato 2 di essere auditi prossimamente a Palazzo Colonna in una riunione congiunta delle commissioni Ambiente e Lavori pubblici.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento