Monte Porzio Catone, dal COTRAL una risposta elusiva sulla fermata in Piazza Borghese

Nel comunicato diffuso dall’azienda Cotral rileviamo ancora una volta una posizione assolutamente pretestuosa e ingiustificabile. Ci teniamo a fare alcune precisazioni. Si punta il dito contro un’amministrazione asserendo essere priva di proposte...

Monte Porzio piazza borghese

Nel comunicato diffuso dall’azienda Cotral rileviamo ancora una volta una posizione assolutamente pretestuosa e ingiustificabile. Ci teniamo a fare alcune precisazioni. Si punta il dito contro un’amministrazione asserendo essere priva di proposte, cosa che non corrisponde al vero.

Premesso che l’Amministrazione non ritiene che su un argomento come questo possano esserci trattative o proposte, visto che si sta parlando di un servizio pubblico che dovrebbe tener conto degli interessi della collettività, al fine di venire incontro alla società è stato proposto di tagliare le corse della mattina, in concomitanza con l’ingresso della Scuola Primaria di piazza Borghese e, nell’incontro avvenuto nella sede comunale, è stato altresì proposto di tagliare le corse del sabato pomeriggio, domenica e festivi, ciò sempre per andare incontro alle esigenze dell’azienda. Questo non è bastato però a riottenere il ripristino di un servizio che si ricorda essere stato unilateralmente sospeso.

Peraltro l’azienda parla di un problema di sicurezza che riguarderebbe piazza Borghese; anche questo ci sembra assolutamente pretestuoso, perché i veri motivi che il Presidente Cotral Colaceci omette, sono i tagli previsti dall’azienda, che in maniera del tutto impropria, in questo caso si vorrebbero giustificare con l’unico incidente accaduto in Piazza Borghese in trent’anni (di percorso Cotral). Incidente avvenuto tra l’altro non ad un mezzo Cotral ma ad uno scuolabus, e per un mero errore umano, in una piazza, in quel momento, assolutamente libera da ogni mezzo.

Quindi l’atteggiamento avuto dall’azienda ci sembra piuttosto scorretto e teso a giustificare un taglio alle corse già deciso da tempo.

Tale ipotesi appare rafforzata dal fatto che lo stesso Cotral tenta di rappresentare tale corsa come un servizio inutile parlando di una scarsa utenza, ad affermando, per bocca del suo Presidente, che il carico di passeggeri non va oltre “due/quattro persone in media per ogni corsa”.

Anche prendendo per vero ciò che il Presidente afferma, in merito al numero di utenti indicati per 2/4 che usufruiscono del servizio, chiaramente le sue affermazioni non corrispondono al vero, poiché, eseguendo un semplice calcolo matematico, che estrapoliamo sempre dalle sue parole, cioè moltiplicando il numero delle corse per il numero di utenti, “2/4 per 70”, si giunge ad un considerevole numero di persone che usufruiscono di tale servizio; utenti che dal 4 aprile si sono visti inspiegabilmente, a questo punto, togliere la fermata di piazza Borghese esistente da almeno trent’anni.

A differenza di quanto affermato dal Presidente, invero il disagio creato da tale scelta agli stessi appare per questa Amministrazione notevole, sia per il numero di utenti colpiti, che per la presenza tra di essi di anziani e persone in difficoltà.

Infine, se il problema riguarda veramente la sicurezza, come il Presidente Colaceci afferma, vogliamo che Cotral metta nero su bianco che tutte le fermate poste ai piedi del centro storico sulla via Maremmana sono in sicurezza.

Detto questo ci rendiamo assolutamente disponibili al dialogo, a patto che ci sia una volontà effettiva di mantenere la corsa esistente ed eventualmente discutendone partendo da posizioni oggettive, e non da prospettive o verità di comodo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento