menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Capannone Colonna2

Capannone Colonna2

Montecompatri, arrestati tre cinesi violenti. Bombe molotov e botte per farsi dare 100 mila euro da un connazionale

A Montecompatri, i Carabinieri della Stazione di Colonna, dopo una serrata attività d’indagine, hanno arrestato in flagranza tre cittadini cinesi – 2 uomini 40enni, con precedenti penali e una

A Montecompatri, i Carabinieri della Stazione di Colonna, dopo una serrata attività d'indagine, hanno arrestato in flagranza tre cittadini cinesi - 2 uomini 40enni, con precedenti penali e una

Capannone Colonnadonna di 30 anni che si prostituisce - che, da alcune settimane, vessavano un loro connazionale, con l'intento di estorcergli 100mila euro.

L'attività d'indagine è scaturita da un imprenditore locale cinese, titolare di capannoni e magazzini in diverse zone della Capitale, il quale aveva riferito ai Carabinieri di essere minacciato da tre connazionali, che conosceva di vista, sin dai primi di ottobre.

I tre pretendevano il pagamento dell'ingente somma di denaro e lo avevano anche costretto a stipulare un "accordo" - che aveva dovuto sottoscrivere, apponendo la propria impronta digitale, come vuole la tradizione culturale cinese - con il quale gli avevano imposto il pagamento di quanto richiesto, pena, in caso contrario, gravi ritorsioni nei suoi confronti e della sua famiglia.

I Carabinieri della Stazione di Colonna hanno in effetti constatato la veridicità di quanto denunciato, repertando i frammenti dei colpi esplosi, verosimilmente cal.22, e predisponendo un servizio di osservazione, nottetempo, sono riusciti a bloccare i tre mentre stavano posizionando delle bombe molotov vicino al cancello d'ingresso del magazzino della vittima. Successivamente, i militari hanno anche trovato, nel portabagagli della loro auto, una carabina ad aria compressa, due scatole di varie munizioni, una mazza da baseball e una da golf.

I militari hanno anche repertato le due bottiglie in plastica contenenti la benzina ed un innesco che stavano per far incendiare.

I tre, arrestati, sono stati tutti associati in carcere e dovranno adesso rispondere di concorso in estorsione aggravata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento