Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Castelli

PRC Castelli, Lettera aperta alla Regione sui problemi della discarica di Roncigliano

A PROPOSITO DEI COMITATI E BANCHETTI PER RACCOLTA FIRME “EUROPEE” Caro Flaviano Marrucci e caro Marco Bizzoni, mi dispiace comunicarvi che contrariamente ad una prima ipotesi che pure, noi comunisti italiani avevamo avallato verbalmente, non...

A PROPOSITO DEI COMITATI E BANCHETTI PER RACCOLTA FIRME "EUROPEE"

Caro Flaviano Marrucci e caro Marco Bizzoni, mi dispiace comunicarvi che contrariamente ad una prima ipotesi che pure, noi comunisti italiani avevamo avallato verbalmente, non solo non raccoglieremo firme a sostegno della Lista Tsipras, ma non parteciperemo alla stessa lista che ha voluto, incomprensibilmente, emarginare il Pdci. Sappiamo tutti che la composizione della Lista è multi partecipata. Sappiamo anche che i vari soggetti ascrivibili per riferimento non sono più ma meno di 74 quanti sono le candidature da sostenere nella Lista. Sappiamo che il tema sulla tolleranza dell'euroatlantismo (rispetto ai fascismi risorgenti) non può essere rubricata al secondo posto delle questioni europee. Sappiamo che priorità programmatica e visibilità politica sono l'abc per costruire alleanze, leali e rispettose di ognuno. Nel momento in cui tutto ciò viene meno (come da comunicato-denuncia del segretario nazionale Cesare Procaccini, qui sotto riprodotto), anche noi, a Marino, vi comunichiamo che non parteciperemo alla raccolta delle firme e al sostegno della Lista. In tutta sincerità, poiché non era accadimento previsto, e poiché sta in capo al gruppo dirigente nazionale elaborare una proposta alternativa, al momento non so neppure quale sarà la forma in cui i Comunisti Italiani affronteranno le elezioni europee. Sicuramente, per quanto piccoli, non possiamo aderire, sopportare, subire forme di esclusioni aprioristiche e sostanzialmente anticomuniste. (maurizio aversa, segretario Pdci Marino)

Comunicato Pdci nazionale

LA LISTA TSIPRAS ESCLUDE. IL PdCI RISPONDE La totale esclusione di una rappresentanza politica del PdCI nella lista Tsipras, in violazione di tutti gli accordi precedentemente assunti, è stata confermata ieri (mercoledì 12 marzo) nell'incontro che una delegazione del Partito ha avuto con Barbara Spinelli, rappresentante dei cosiddetti "garanti ". Siamo di fronte ad un atto di grave discriminazione politica, che va ben al di là della questione delle candidature. L'attacco non è solo a noi, ma ad un orientamento politico e programmatico come il nostro, condiviso peraltro da forze comuniste e di sinistra interne ed esterne alla Lista, che evidentemente viene ritenuto, da una parte dei promotori e da una parte degli aderenti alla Lista Tsipras, incompatibile con una linea euro-atlantica che sta riportando la guerra e il fascismo nel cuore dell'Europa. Il PdCI, pertanto, sospende immediatamente ogni iniziativa di sostegno a tale Lista, ivi compresa la raccolta e la certificazione delle firme e riunirà nei prossimi giorni gli organismi dirigenti per assumere le decisioni conseguenti.

giovedi 13 marzo 2014

Cesare Procaccini, segretario nazionale del Partito dei Comunisti Italiani (PdCI)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PRC Castelli, Lettera aperta alla Regione sui problemi della discarica di Roncigliano

FrosinoneToday è in caricamento