menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, in arrivo 1 Mln e 136mila euro per il distretto socio sanitario dei castelli

Con la determinazione n. G15744 del 7 novembre 2014 della Direzione Regionale per le Politiche sociali, autonomie, sicurezza e sport, la Regione Lazio ha approvato il Piano sociale di zona 2014 del Distretto Socio-sanitario RM H1 per la parte...

Con la determinazione n. G15744 del 7 novembre 2014 della Direzione Regionale per le Politiche sociali, autonomie, sicurezza e sport, la Regione Lazio ha approvato il Piano sociale di zona 2014 del Distretto Socio-sanitario RM H1 per la parte denominata "misura 1.1", relativa ai "servizi essenziali".

Un milione e 136mila euro i fondi che saranno destinati ai "LEPS", livelli essenziali delle prestazioni sociali (come definiti dall'articolo 22 della legge 328/2000), attivati nel Distretto Socio-sanitario RM H1: servizio sociale professionale distrettuale, assistenza domiciliare integrata (ADI), sostegno per facilitare la frequenza del centro diurno per disabili "Insieme uguali", progetto "In autonomia" per persone con disagio psichico, centro diurno per disabili adulti (CDHA), centro diurno "Autonomia e libertà" per persone disabili, centro diurno per persone affette da demenza, servizi diurni per persone con disagio psichico, centro di emergenza sociale "Punto di incontro", laboratorio sociale per disagiati psichici, Spazio neutro d'incontro per favorire la relazione genitori-figli. Nella misura 1.1 è compreso anche il funzionamento dell'Ufficio di Piano del Distretto Socio-sanitario RM H1, la cabina di regia della progettazione sociale e socio-sanitaria territoriale.

I servizi sono rivolti ai cittadini dei Comuni di Colonna, Frascati, Grottaferrata, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Rocca di Papa e Rocca Priora, che fanno parte del Distretto Socio-sanitario RM H1.

Infatti, come stabilito dalla legge n. 328/2000, i servizi sociali e ad integrazione socio-sanitaria (cioè quei servizi alla persona per cui è necessario un forte coordinamento tra servizi sociali e servizi sanitari pubblici) sono gestiti in forma associata su ambiti territoriali (i distretti) individuati a livello regionale. L'obiettivo è quello di garantire a tutti i cittadini, anche se residenti in Comuni diversi, lo stesso numero di servizi e gli stessi standard operativi.

Il Piano sociale di zona è lo strumento di programmazione delle politiche sociali a livello distrettuale. E' redatto annualmente dall'Ufficio di Piano con la partecipazione degli attori sociali (ASL RM H1, terzo settore, organizzazioni sindacali, agenzie educative?) che sono coinvolti nell'analisi della domanda sociale del territorio e nella progettazione dei servizi. Le descrizioni dettagliate di tutti i servizi essenziali saranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito del Distretto Socio-sanitario RM H1.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento