Regione, turismo Smeriglio: ‘approvato nuovo regolamento ricettività extralberghiera’

La Giunta Regionale del Lazio ha approvato questa mattina, su proposta del vicepresidente con delega al Turismo Massimiliano Smeriglio, il nuovo regolamento per la ricettività extralberghiera. 

giunta-regione-lazio

La Giunta Regionale del Lazio ha approvato questa mattina, su proposta del vicepresidente con delega al Turismo Massimiliano Smeriglio, il nuovo regolamento per la ricettività extralberghiera.

“L’obiettivo del regolamento - dichiara Smeriglio - è da un lato favorire forme di autoimprenditorialità, dall’altra fissare regole chiare. Chi ha una singola stanza o una casa e ha un progetto nel settore turistico, deve essere messo in condizione di crearsi un’opportunità di sostegno al reddito, che può diventare anche un incentivo all’economia della nostra regione e delle nostre città. Ma con le nuove norme puntiamo anche a creare un argine alla concorrenza sleale nel settore, tutelando le imprese alberghiere che rispettano le regole. Nell’equilibrio tra queste due esigenze sta la cifra del nuovo regolamento”. Tra le principali misure contenute nel nuovo regolamento, disposizioni migliorative rispetto alla semplificazione, adeguamento alle tendenze del mercato e maggiore chiarezza delle norme. E’ poi prevista l’introduzione di un codice identificativo per tutte le attività ricettive extralberghiere che favorirà l’emersione delle strutture non a norma e l’istituzione di una banca dati a disposizione degli utenti e delle autorità preposte ai controlli.

BIANCHI, TURISMO: CON NUOVO REGOLAMENTO STRUTTURE EXTRA-ALBERGHIERE RIMETTIAMO AL CENTRO I LUOGHI MINORI ACCOGLIENZA OCCASIONE PER ECONOMIA AREE PERIFERICHE E CONTRO SPOPOLAMENTO PICCOLI CENTRI

Regole chiare, nuovi modi di accogliere viaggiatori e turisti e un forte contrasto all'abusivismo. Da questi punti parte il nuovo regolamento sulla ricettività extra-alberghiera della Regione Lazio. Con il provvedimento proposto dall’Assessore Smeriglio e approvato stamattina dalla Giunta, diamo nuovi strumenti a chi vuole provare ad investire nel turismo. A partire dalle giovani generazioni. Dall’albergo diffuso alle residenze di campagna, dagli ostelli ai rifugi escursionistici, puntiamo allo sviluppo di un’accoglienza diffusa, in quei luoghi minori più lontani dai grandi centri, e capace anche di contrastare lo spopolamento dell'entroterra.

Con i cammini, l’enogastronomia, il turismo naturale sempre più persone sono alla ricerca di esperienza autentiche, in luoghi unici, come quelli del Lazio. Questo intervento, così come il piano turistico regionale e la legge sui cammini appena approvata, fanno parte di una nuova politica turistica regionale. Rimettiamo al centro i piccoli borghi, le aree naturali e le zone più periferiche della Regione, per riscoprirne la bellezza e le potenzialità finora inespresse. Così Daniela Bianchi, Consigliera Regionale del Lazio e vice-Presidente della Commissione Cultura e Turismo alla Pisana.

SANITÀ, BONAFONI (SI – SEL): “NEL LAZIO SI TORNA A INVESTIRE SUL PERSONALE DEI CONSULTORI”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nel Lazio si torna a investire sul personale dei consultori: oltre 70 psicologi, 76 assistenti sociali, 47 ostetriche e operatori sanitari, circa 90 medici. Sono numeri importanti quelli annunciati oggi dal presidente Zingaretti, che vanno di pari passo con lo sblocco delle assunzioni e la stabilizzazione dei precari come segnale concreto per il potenziamento e il rilancio dei consultori. Un passaggio fondamentale e tanto atteso per garantire alle donne il diritto di accesso a servizi fondamentali. Assunzioni ma anche investimenti concreti sulla rete perinatale che prevedono anche un impegno economico da 27 milioni per rifare tutti i reparti maternita', 2,5 milioni per i consultori e per la ristrutturazione di 11 di questi e la garanzia delle prestazioni quali la possibilità di effettuare l`interruzione volontaria di gravidanza con la pillola RU486 anche in day hospital. Gli investimenti sul personale annunciati oggi sono il segnale che sulla salute delle donne c'è la volontà di portare avanti con coerenza un impegno assunto fin dall'inizio nei confronti di tutte”. E' quanto afferma la consigliera regionale di Si – Sel, Marta Bonafoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento