Rocca Priora, approvato il Regolamento sulla “rottamazione” delle cartelle

Il Consiglio Comunale di Venerdì 27 Gennaio ha approvato il regolamento relativo alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento non riscosse dal Comune di Rocca Priora entro il 31 Dicembre 2016 (si considerano anche le ingiunzioni...

Rocca Priora Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale di Venerdì 27 Gennaio ha approvato il regolamento relativo alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento non riscosse dal Comune di Rocca Priora entro il 31 Dicembre 2016 (si considerano anche le ingiunzioni spedite entro questa data, anche se ricevute oltre il 31 Dicembre 2016).

“Questa iniziativa ottempera la Legge n°225 del 2016 che prevede la possibilità per i Comuni di disporre la definizione agevolata delle proprie entrate, anche tributarie, non riscosse – spiega il Sindaco di Rocca Priora, Damiano Pucci. – Un provvedimento che consente a chi ha pendenze con “Andreani tributi” la cosiddetta "rottamazione", facendone richiesta entro il 31 Marzo”.

Per chiedere la definizione agevolata, il debitore deve presentare istanza, redatta su un modulo messo a disposizione dal Comune entro e non oltre il 31 Marzo 2017. Entro il 31 Maggio il concessionario della riscossione trasmetterà al debitore la comunicazione contenente l’importo da versare. La scadenza della prima rata è fissata per il 30 Giugno 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Possono avvalersi della definizione agevolata tutti i debitori ai quali siano state notificate le ingiunzioni di pagamento, compreso i soggetti che hanno dilazioni di pagamento in corso o decadute – conclude Massimo Fedeli, Assessore al bilancio di Rocca Priora. – Per effetto di questa delibera, non sono dovute le somme a titolo di sanzione. Resterebbero le altre somme addebitate. Stiamo parlando di un totale di 535 cartelle con recupero coattivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento