menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
download (1)-14

download (1)-14

Rocca Priora, il 3 aprile la via crucis per il paese attraverso le opere del Maestro Robazza

Si terrà il 3 aprile prossimo, Venerdì Santo, a Rocca Priora, la prima via crucis attraverso le stazioni realizzate da Benedetto Robazza.

Si terrà il 3 aprile prossimo, Venerdì Santo, a Rocca Priora, la prima via crucis attraverso le stazioni realizzate da Benedetto Robazza.




La tradizionale celebrazione della Passione del Signore, organizzata dalla Parrocchia Santa Maria Assunta in Cielo, quest'anno ripercorre i 15 altorilievi bronzei donati dal Maestro Robazza al paese e messi a disposizione dal comune. La rivalutazione delle opere di Robazza, si inserisce a pieno titolo nell'Anno della Memoria, organizzato dall'Assessorato alle Politiche Culturali.


Appuntamento alle ore 19,00 all'interno della chiesa Santa Maria Assunta in Cielo con la Liturgia della parola, l'Adorazione della Santa Croce e l'Eucarestia. Alle 20,00 partenza della via crucis per il centro storico, con un percorso che arriverà fino al Santuario della Madonna della Neve in viale degli Olmi. La processione sarà anche l'occasione per ammirare gli altorilievi appena ristrutturati, con la nuova illuminazione e le iscrizioni completamente rifatte.


L'assessorato alle politiche culturali sta lavorando inoltre, di concerto con lo stesso Robazza, alla realizzazione del primo museo dedicato al celebre scultore che ha vissuto a Rocca Priora per diversi anni, realizzandovi importanti opere, tra cui l'Inferno dantesco, conosciuto in tutto il mondo, e donando al comune, oltre alla via crucis, anche le fontane "Buero", "Il trionfo del Bene", "Narciso", oltre che quella all'ingresso del paese con la scultura di un cavallo.

Nella stessa giornata, inoltre, si rende noto che presso la Parrocchia della Madonna del Buon Consiglio, a Colle di Fuori, si terrà la Rappresentazione della Passione del Signore. L'appuntamento è alle 19,00 in parrocchia, con la Liturgia della Parola, l'Adorazione della Santa Croce e l'Eucarestia e a seguire la Sacra Rappresentazione.
"Siamo orgogliosi di portare finalmente alla luce un'opera davvero unica, - ha dichiarato il vicesindaco, Federica Lavalle - che non tutti conoscono. E' un'altra iniziativa che rinsalda un legame profondo tra i cittadini e il territorio in cui vivono - ha concluso Lavalle - e lo fa riscoprendo e approfondendo tutte le bellezze artistiche che ospita il nostro paese".


Anche il sindaco, Damiano Pucci ha voluto esprimere la sua soddisfazione per la rivalutazione di quella che "è un'opera d'arte di grandissimo valore, realizzata da un artista di fama internazionale quale è il Maestro Robazza. Questo è solo uno dei modi per rendergli omaggio - ha continuato Pucci - e per godere pienamente di un'opera che, abbellendo le vie del nostro centro storico, è viva e vuole trasmetterci qualcosa in più." Il sindaco ha anche colto l'occasione per ringraziare nuovamente il Maestro Robazza "per tutte le opere donate al nostro comune. Vogliamo riscoprirle e rivalutarle - ha concluso Pucci - attraverso iniziative come questa e anche con una concreta opera di pulizia e manutenzione straordinaria."



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento