menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
download (1)-2

download (1)-2

Rocca Priora, tutto pronto per la festa di S. Biagio

Febbraio per i roccaprioresi e per quanti giungono dagli altri Castelli Romani, è la Festa di San Biagio, il Santo protettore delle gole, che è anche uno dei patroni della cittadina.

Febbraio per i roccaprioresi e per quanti giungono dagli altri Castelli Romani, è la Festa di San Biagio, il Santo protettore delle gole, che è anche uno dei patroni della cittadina.



Organizzata, come ogni anno, dalla Confraternita di San Biagio, in collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria Assunta in Cielo e il Comune di Rocca Priora, la festa si articolerà in diversi momenti nell'arco di quindici giorni, all'interno dei quali sono previsti altri eventi, come il carnevale dei bambini, la sagra della polenta e il mercato contadino.


La festa religiosa è il 3 febbraio, ed inizia con lo sparo delle bombe alle 8 del mattino, mentre nel pomeriggio l'appuntamento presso la chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo è alle 17,00, per l'Adorazione Eucaristica; a seguire la recita del Rosario, e poi, alle 18,00 la Santa Messa con il rinnovo delle promesse confraternali e la tradizionale benedizione delle gole con la distribuzione dell'olio benedetto.


Domenica 8 febbraio si inizia sempre alle 8 del mattino con lo sparo delle bombe, poi alle 10,00 la Santa Messa e a seguire la processione per le vie del paese con la partecipazione delle confraternite dei paesi limitrofi. Alle 15,00, presso il salone della Madonna della Neve, si svolgerà invece la festa in maschera per tutti i bambini.


La festa continuerà anche domenica 15 febbraio, con l'apertura degli stand gastronomici e la preparazione della polenta secondo le ricette locali, in piazza Nassirya dalle ore 12,00 in poi. Animeranno la giornata il gruppo "Tutto in festa" con giochi e spettacoli mentre a "I Figli delle Stelle" è affidato l'intrattenimento musicale. Alle ore 16,30 estrazione della riffa e alle 18,30 gran finale con spettacolo pirotecnico.


Una bella novità di questa edizione sarà lo svolgimento del "Mercato Contadino dei Castelli Romani", sia domenica 8 febbraio che domenica 15 febbraio, presso piazza Nassirya, dalle 8,30 alle 13,30.


Domenica 22 febbraio, invece, oltre alla Santa Messa per i confratelli defunti (alle ore 9,00 presso la Parrocchia Santa Maria Assunta in Cielo), verrà trasferito il Santo presso la casa del nuovo festarolo.


Molto soddisfatto il consigliere Eugenio Emili, che detiene la delega ai rapporti con le Confraternite: "Un ringraziamento particolare alla Confraternita di San Biagio - ha detto Emili - che con grande dedizione e impegno ogni anno riesce ad organizzare una festa ricca di appuntamenti e sempre nuova".


Il sindaco Damiano Pucci ha voluto ricordare invece il gemellaggio con la città di Maratea, avvenuto soprattutto grazie alla comune venerazione che i due paesi hanno per San Biagio "per questo motivo, come è già successo l'anno scorso - ha detto il sindaco - anche quest'anno saremo lieti di invitare alcuni rappresentanti della città di Maratea che parteciperanno ai festeggiamenti in onore del Santo insieme a tutta la cittadinanza".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento