Castelverde calcio (I cat.), la “dichiarazione” di Maiga: «Amo questo club, tutti mi vogliono bene»

Il Castelverde ha messo il Casilina nel mirino. La squadra di mister Domenico Tripodi giocherà domenica la seconda gara del girone di ritorno: proprio coi capitolini, all'andata, conquistò i primi punti del suo campionato di Prima categoria grazie...

maiga co (9)

Il Castelverde ha messo il Casilina nel mirino. La squadra di mister Domenico Tripodi giocherà domenica la seconda gara del girone di ritorno: proprio coi capitolini, all'andata, conquistò i primi punti del suo campionato di Prima categoria grazie a un perentorio successo per 3-1.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Giocammo una bella partita e ottenemmo tre punti importanti – dice l'esperto centrocampista classe 1985 Meissa Maiga – Ricordo il Casilina come una buona squadra e poi c'era un difensore molto alto e abile di testa che ci segnò su una palla inattiva. Comunque vogliamo provare a vincere per migliorare ancora la nostra classifica». Il Castelverde è settimo con 23 punti dopo il prezioso pareggio a reti bianche sul difficile campo del Colle di Fuori dove mister Domenico Tripodi è tornato da fresco ex. «E' stata una partita combattuta e abbiamo preso un punto importante» è il commento di Maiga. Il colored, originario della Costa d'Avorio (dove vive ancora la sua famiglia), è arrivato in Italia nel 2014 e nella passata stagione, superate alcune questioni burocratiche, il Castelverde è riuscito a tesserarlo. «Io amo questa società, per me è come una seconda famiglia – dice Maiga con una sincera "dichiarazione d'amore – Mi hanno accolto tutti benissimo, dal presidente Maurizio Fiorini, al direttore generale Clemente Longo, alla segretaria Pina Muzi e a tutti gli altri, compresi mister Tripodi e tutti i compagni. In estate qualche proposta importante mi è arrivata, ma per me nessun club è come Castelverde». Il centrocampista è molto duttile dal punto di vista tecnico. «Ho giocato anche da difensore e perfino attaccante – ricorda Maiga -, ma il ruolo che amo di più è quello di centrocampista. Mi piace essere al centro del gioco e cercare di essere "leader" in mezzo al campo». Secondo l'ivoriano il Castelverde può ambire a scalare qualche posizione di classifica. «Siamo settimi e possiamo arrivare ancor più in alto: il gruppo è giovane, ma di qualità, vedremo cosa succederà nelle prossime partite» conclude Maiga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento