menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castrocielo, sviluppo: smart factory Sanpellegrino

Bianchi: ci sono le condizioni per diventare terra di innovazione e sviluppo ci credevamo con l'accordo di programma, continuiamo a crederci ancor di più' con il progetto della Nestlè

Bianchi: ci sono le condizioni per diventare terra di innovazione e sviluppo ci credevamo con l'accordo di programma, continuiamo a crederci ancor di più' con il progetto della Nestlè

Ci sono le condizioni per diventare una terra di innovazione, bellezza e sviluppo sostenibile. Ci credevamo qualche anno fa con l'Accordo di Programma Frosinone-Anagni, continuiamo a crederci oggi con la nascita della Smart Factory della Sanpellegrino a Castrocielo.

Così interviene Daniela Bianchi, consigliera regionale indipendente gruppo "SEL" e componente commissione Sviluppo, alla conferenza stampa del progetto del gruppo Nestlè/Sanpellegrino, organizzata presso la Regione Lazio questa mattina alla presenza dell'Assessore allo Sviluppo Guido Fabiani e dell'AD della San Pellegrino Stefano Agostini

Con un investimento da 16 milioni di euro la Nestlè ha scelto la provincia di Frosinone per creare il sito più avanzato al mondo per l'imbottigliamento dell'acqua, il terzo in Italia del gruppo, che produrrà 220 milioni di litri l'anno. Verrà valorizzata la sorgente d'acqua che sgorga dall'Appennino meridionale, vicino all'antica Aquinum. Sarà uno stabilimento a impatto zero, che userà energia pulita e autoprodotta e che non produrrà rifiuti. Tutto sarà riciclato. In questo progetto, un ruolo fondamentale lo hanno giocato anche gli investimenti regionali nell'area della Fiat che hanno favorito l'attrattività del sito di Castrocielo. Da sottolineare anche la forte attenzione al territorio, con l'impiego di fornitori locali e l'assunzione immediata di circa 40 lavoratori della zona, di cui 2/3 under 30.- BUSCHINI: "ATTIVO H24 IL SERVIZIO DI ELISOCCORSO PRESSO L'AEROPORTO MOSCARDINI DI FROSINONE" "Da ieri, l'aeroporto militare Moscardini di Frosinone, è operativo per il servizio di elisoccorso a supporto dell'ospedale Spaziani del capoluogo. Si tratta di una operazione legata al potenziamento della rete dell'emergenza per il Giubileo. Un servizio che diventa possibile grazie alla collaborazione con l'Aereonautica militare che renderà operativo l'elisoccorso anche nelle ore notturne. Siamo la prima Regione d'Italia che dà attuazione in maniera così capillare al regolamento europeo sull'elisoccorso: l'obiettivo è quello di trasportare i pazienti nelle strutture maggiormente idonee alla sua situazione clinica. Ovviamente, il servizio di elisoccorso, verrà utilizzato qualora risulterà il più efficace per il paziente. Con questa operazione andiamo a colmare un vuoto che la nostra Provincia si trascinava da molto tempo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento