menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceccano, al Festival Francesco Alviti, la Banda Giovanile di Ferentino domenica 28 giugno, ore 21,30. Largo ai giovani

Spazio ai giovani al Festival Francesco Alviti: sono di scena domenica 28 giugno, alle ore 21,30, i giovani musicisti di  Ferentino, riuniti nella Banda Giovanile che porta il nome della città gigliata, nella III serata del Festival dedicato a...

Spazio ai giovani al Festival Francesco Alviti: sono di scena domenica 28 giugno, alle ore 21,30, i giovani musicisti di Ferentino, riuniti nella Banda Giovanile che porta il nome della città gigliata, nella III serata del Festival dedicato a Francesco Alviti, in svolgimento a Ceccano, in Piazza S. Giovanni dal 26 . 9 serate di musica che vedono impegnati i diversi complessi musicali con i quali Francesco aveva collaborato nella sue breve vita. E proprio a Ferentino, nella scuola di musica che si presenta con la sua banda giovanile, Francesco cominciò a studiare le percussioni a 13 anni, quei suoni che poi sarebbero diventati la sua ragione di vita. Domenica sera, 28 giugno, i giovani musicisti della Banda Giovanile di Ferentino renderanno omaggio a Francesco e soprattutto alla musica che svolge un ruolo tanto grande nella vita dei giovani. La Banda Giovanile di Ferentino sarà diretta da Luigi Bartolini, che presenterà un programma del tutto adatto all'età dei giovani musicisti. L'inizio del concerto è alle 21,30. L'esibizione della

Banda Giovanile riveste un'importanza particolare nel Festival che vuole essere anche uno strumento per dare opportunità ai giovani talenti. Segue 2 bellissime serate dedicate al ricordo della Grande Guerra. Al Festival ha fatto il suo esordio anche la realtà aumentata: l programma di sala che offre allo spettatore munito di smartphone, la possibilità di leggere notizie, vedere filmati, guardare foto sui diversi complessi in scena e questo semplice mente con un foglio di carta, il programma, e un'applicazione installata sul telefono che cessa dunque di essere il nemico dei concerti per diventarne invece un prezioso alleato.

Lunedì 29 si andrà a teatro, con Di tanti palpiti, un palco all'opera del Concentus Musicus fabraternus Josquin Des Pres diretto da Mauro Gizzi. con le voci soliste di Vittoria D'Annibale, Mariagrazia Molinari, Cinzia Cristofanilli, Fabiola Mastrogiacomo ed Enrico Talocco,accompagnati da Chiara Olmetti al pianoforte e da Alessandra Maura all'organo. L'azione scenica, ideata da Mariagrazia Molinari, sarà dedicata alla memoria della Grande Guerra, con romanze e cori del melodramma italiano. Il giorno successivo, il 30 giugno, doppio appuntamento: prima in Piazza S. Giovanni con Evenos Quartet, clarinetti al fulmicotone, e poi al Piazzale Bachelet per il Rombo del tuono dell'Amaseno Harmony Show Band. diretta da Natalino Como, che presenterà la costruzione di un drill , l'insieme delle evoluzioni di una marching band. Il 1° Luglio serata dedicata ad Haendel e viaggeremo nel regno del barocco londinese nella prima metà del 1700, con l'Orchestra Sinfonica Francesco Alviti, diretta da Mauro Gizzi. Il 2 luglio sarà di scena un'altra orchestra, quella diretta da Giandomenico Gravina, cui succederà il 3 la Banda della Città di Ceccano, diretta da Adamo Bartolini. Conclusione del Festival il 4 luglio con Wind Orchestra Musiké, diretta da Fabio Cipriani. Centinaia di musicisti in scena, gratuitamente, per ricordare il loro amico Francesco, un miracolo della musica che si concretizza per la VII volta. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21,30. E portate il vostro smartphone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento