Roma Ceccano

Ceccano, sanita’: ciotoli risponde a Loreto D’Emilio

“E’ davvero curioso: chi ieri ha chiuso l’Ospedale oggi presenta le mozioni per riaprilo”. Con queste parole esordisce il candidato a segretario del PD ed uno dei membri del direttivo di reggenza del PD di Ceccano Nicolino Ciotoli

"E' davvero curioso: chi ieri ha chiuso l'Ospedale oggi presenta le mozioni per riaprilo". Con queste parole esordisce il candidato a segretario del PD ed uno dei membri del direttivo di reggenza del PD di Ceccano Nicolino Ciotoli che commenta le dichiarazioni di Loreto D'Emilio e la mozione presentata da Storace per l'apertura del pronto soccorso di Ceccano. Prosegue Ciotoli: "E' bene ricordare che il nostro Ospedale, e con esso il punto di primo soccorso, è stato chiuso dalla Polverini con il sostegno ed il voto di Storace. Quando, in qualità di vicesindaco, assieme a molti altri amministratori del nostro territorio, mi sono recato a Roma per incontrare l'allora Presidente Polverini non sono stato nemmeno ricevuto.

Anzi, alla prima protesta annunciata dai sindaci sotto la Pisana, i primi cittadini sono stati accolti dalla Polverini e da Storace con la polizia.

Dov'era allora D'Emilio quando si chiudeva il nostro Ospedale? Così come è bene ricordare che il maggior indebitamento sulla sanità, di cui ancora oggi, a distanza di anni, paghiamo le conseguenze, è stato prodotto proprio dalla giunta Storace. Questi sono i fatti, il resto è tutta aria fritta. Con Zingaretti il centrosinistra sta cercando di fronteggiare le difficoltà che presenta il settore della sanità nella nostra provincia, con il superamento delle macroaree e con il progetto delle Case della Salute, di cui Ceccano è parte integrante, che garantirà una nuova assistenza sanitaria ai cittadini del nostro territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceccano, sanita’: ciotoli risponde a Loreto D’Emilio

FrosinoneToday è in caricamento