Cerveteri, Italia in Comune, Buone pratiche per gli amministratori. Presente anche Sanna

La città di Cerveteri ha accolto la quarta edizione “Italia in Comune” - Legalità e Buone Pratiche Amministrative, una due giorni di incontri e dibattiti tra Sindaci che intendono gestire in modo virtuoso la propria città e tra i sindaci anche...

italia 2

La città di Cerveteri ha accolto la quarta edizione “Italia in Comune” - Legalità e Buone Pratiche Amministrative, una due giorni di incontri e dibattiti tra Sindaci che intendono gestire in modo virtuoso la propria città e tra i sindaci anche Pierluigi Sanna.

Sabato 21 e Domenica 22 Maggioa Cerveteri si è tenuto l’incontro nazionale dei Sindaci d’Italia che condividono le Buone Pratiche amministrative. L’evento denominato “Italia in Comune” si prefigge di condividere le esperienze amministrative virtuose. I temi affrontati durante la “due giorni di Cerveteri”, oltre allo scambio di informazioni e di buone pratiche amministrative,ha avuto come obiettivo centrale quello di migliorare la qualità della vita nelle città. I Sindaci che aderiscono a questa iniziativa possono avere a disposizione idee e strumenti per superare problematiche che ogni giorno un Primo Cittadino si trova ad affrontare. Naturalmente, uno degli argomenti principe è stato come poter risanare il bilancio dei Comuni considerando anche la carenza di risorse economiche dopo i tagli imposti dal Governo Renzi. Durante la due giorni di Cerveteri molte altre sono state le tematiche affrontate tra cui: i metodi e gli strumenti per riorganizzare i servizi sociali, le tecniche da utilizzare per avviare progetti di mobilità sostenibile e le strategie da applicare per promuovere le ricchezze tipiche del territorio. L’evento “Italia in Comune”, arrivato alla quarta edizione, è diventato una tappa fissa per i Sindaci che intendono affrontare l’amministrazione di una città in modo serio confrontandosi con altre realtà in Italia. La validità di questa iniziativa è confermata dall’adesione di circa 500 Amministratori locali provenienti da ogni angolo d’Italia e dalla presenza di ospiti d’eccezione come Il magistrato Luciano Costantini, che dal ’91 al ’94 ha lavorato al fianco di Paolo Borsellino come PM di Marsala e Ismaele La Vardera, giornalista de “Le Iene” che a soli 21 anni ha affrontato a viso aperto la corruzione nella propria Città natale e che ha raccontato la sua storia nel libro “Le piccole cose fanno la differenza. Il silenzio è dolo”, Luigi Mazzella, già Vice Presidente Emerito Corte Costituzionale e Avvocato Generale dello Stato, Giancarlo Capaldo, Procuratore Generale Aggiunto di Roma, già responsabile della DDA di Roma, Salvatore Filippo Vitello, Procuratore Capo della Repubblica di Siena, Francesco Lombardo, Vice Procuratore Generale Corte dei Conti, Massimiliano Atelli, Procuratore Corte dei Conti Toscana, Carlo Malinconico, Presidente di sezione del Consiglio di Stato, già Sottosegretario di Stato, Silvio Traversa, già Segretario Generale della Camera e della Presidenza del Consiglio. I Sindaci che hanno aderito a questa iniziativa possono usufruire anche di un accesso a una banca dati contenente “case history” dai qualiè possibile trarre suggerimenti e idee da applicare nella propria città. “Sono convinto che queste iniziative rappresentino un valore aggiunto per tutti gli amministratori. Le difficoltà che noi Sindaci ci troviamo ad affrontare ogni giorno sono tante e spesso ci troviamo a governare da soli – ha affermato il Sindaco Pierluigi Sanna”. “E’necessario il confronto e lo scambio di idee con gli altri Comuni per arrivare ad applicare una gestione sana e virtuosa della propria città - Ha continuato il Sindaco Sanna. Dal primo giorno del mio insediamento come Primo Cittadino di Colleferro a oggi, ho sempre messo in atto una politica di collaborazione e di confronto con i Sindaci del territorio. Questa strategia ha consentito di affrontare e risolvere temi importanti per la città, il tutto con il confronto e il giusto spirito di squadra. La gestione amministrativa Sana è da sempre nel DNA della mia Giunta e della mia Maggioranza. Molte volte “etichettare” qualcosa o qualcuno non è positivo, in questo caso è l’eccezione che conferma la regola: noi siamo un Amministrazione Sana e crediamo nella legalità- Ha Concluso il Sindaco Pierluigi Sanna.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento