menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aereo ryanair ciampino

Aereo ryanair ciampino

Ciampino, CRIAAC: «Aerei “con le pantofole” per una settimana. A quando il ritorno della legalità?»

Il Comitato per la Riduzione dell’Impatto Ambientale accusa l’Enac di limitare i movimenti aerei durante le rilevazioni per il rumore e l'inquinamento

Il Comitato per la Riduzione dell'Impatto Ambientale accusa l'Enac di limitare i movimenti aerei durante le rilevazioni per il rumore e l'inquinamento

Il Comitato Areoporto torna a esprimersi sul Pastine, stavolta basandosi sulle segnalazioni dei cittadini. Sembra infatti che l'Enac stia effettuando delle rilevazioni con l'utilizzo di centraline per il rumore e per l'inquinamento aereo, della durata di una settimana circa. A questo proposito, il Comitato accusa l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile di limitare il traffico aereo e di adottare misure per la diminuzione dell'impatto acustico, bluffando in tal modo i controlli che l'Unione Europea ha imposto di avviare entro giugno 2015. Riportiamo di seguito il comunicato completo.

«I cittadini ci informano che è in corso da parte di AdR una campagna di misure, della durata di una settimana, con l'utilizzo di centraline per il rumore e, pare, anche per l'inquinamento dell'aria. A cosa servono?

Se si tratta di misurazioni, in collaborazione con Enac, per effettuare la VIA o la VAS (Valutazioni Ambientali per la tutela dell'ambiente e della salute umana), a cosa servono rilevazioni di una sola settimana e perché nel medesimo periodo diversi cittadini ci segnalano modalità di atterraggio, decollo e movimento degli aerei a terra diverse dal solito? Sembrerebbe che qualcuno abbia dato ordine di "mettere le pantofole" agli aerei, limitando l'uso del freno motore (reverse) e moderando i movimenti degli aerei a terra diminuendo così la rumorosità.

Perché? A quale scopo? E la Commissione Aeroportuale dell'aeroporto di Ciampino è stata coinvolta in queste modifiche al funzionamento dell'aeroporto, come prevede la legge? Da quello che ci risulta sembrerebbe che non sia mai stata convocata da quando si è insediata la nuova direttrice Enac dell'aeroporto.

Per l'impatto ambientale dell'aeroporto (in cui manca la VIA fin dal 2002, come dice la UE, e la VAS dal 2006) il nostro Comitato nel 2014 ha fatto una richiesta di procedura di infrazione alla Commissione Europea. Di conseguenza la UE ha aperto una indagine (EU-Pilot) che ha costretto l'Italia e l'Enac a impegnarsi a iniziare entro giugno 2015 la procedura di VIA - retroattiva dal 2002 ad oggi - impegnandosi anche a fare la VAS che Enac avevano promesso alla UE fin dal 2012.

Ma rilevazioni che durano solo una settimana non sembrano certo adeguate a onorare l'impegno assunto dall'Italia con la UE e non ci sono, nell'apposito sito del Ministero dell'Ambiente (www.va.minambiente.it), notizie ufficiali dell'avvio di una procedura di VIA.

Per il superamento continuo dei limiti di rumore (Legge 447/1995) esistono invece i monitoraggi ufficiali di Arpa Lazio fin dal 2008, addirittura dal 2012 esistono report mensili sul sito di Arpa. Per i danni alla salute dei cittadini esistono le indagini epidemiologiche del 2009 e del 2012 (SERA e SaMBa) su adulti e bambini che confermano i danni.

Allora a quale gioco si pensa di poter giocare ancora in questo nostro Paese che vive di trucchi e rinvii?

Intanto che Enac si vanta dell'aumento del traffico a Ciampino i cittadini non stanno fermi e chiedono alle Istituzioni il rispetto delle leggi e degli impegni presi e chiedono anche alla Magistratura un intervento per il ritorno della legalità nell'aeroporto di Ciampino».

Sara Marazza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento