menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciampino, due nuovi istituti comprensivi con l'U. Nobile e la Da Vinci

La Giunta comunale, in data odierna, ha deliberato la proposta del piano di dimensionamento scolastico, così come richiesto dalla Regione Lazio che gestisce ogni anno, secondo quanto stabilito dall’articolo 138 del D.lgs.

La Giunta comunale, in data odierna, ha deliberato la proposta del piano di dimensionamento scolastico, così come richiesto dalla Regione Lazio che gestisce ogni anno, secondo quanto stabilito dall'articolo 138 del D.lgs.



112/98 e dalla riforma del Titolo V della Costituzione (L. cost. 3/2001), la razionalizzazione e la programmazione della propria rete scolastica.


Vista la Deliberazione di Giunta Regionale n. 257 del 07/08/2013, l'Amministrazione comunale ha deciso di costituire sul proprio territorio due istituti comprensivi, denominati 'Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci', al quale si aggiungono i plessi Paola Sarro, Tommaso Rossi e Sabin, e 'Istituto Comprensivo Umberto Nobile', che comprende le scuole Bachelet, Rodari, Volpicelli, Materna di Via Palermo e Martin Luther King.


"La decisione del nuovo piano di dimensionamento scolastico, a lungo dibattuto negli ultimi anni - ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Giovanni Terzulli - è stata frutto di un lungo percorso che ha visto coinvolti tutti i soggetti interessati, a cominciare dai Presidenti di Istituto e di Circolo, Dirigenti scolastici e amministratori locali. Un piano di riorganizzazione della rete scolastica, dunque, che ha tenuto conto delle reali esigenze delle scuole della Città e che vuole ridurre il disagio degli studenti, continuando a presentare loro un'offerta formativa sempre più funzionale ed efficace".



"Sebbene era stata presa in considerazione la possibilità di istituire tre istituti comprensivi, - ha aggiunto l'Assessore alla Pubblica Istruzione, Emanuela Gentile - abbiamo ritenuto opportuno istituirne due, così come si era pensato inizialmente, al fine di garantire la continuità didattica. In questo modo, pur consapevoli di non rispettare a pieno le linee guida regionali, sarà possibile mantenere la preesistente composizione dei circoli didattici, tutelando l'identità storica di ciascun istituto, accogliendo la richiesta del territorio e non compromettendo gli equilibri scolastici".


La nota del consigliere regionale Simone Lupi (PD):


"Apprendo con favore che la Giunta Comunale di Ciampino ha approvato con Delibera n° 190 il 'Piano di dimensionamento scolastico comunale' chiudendo un lavoro iniziato e mai concluso fin dal 2011".




"In questi giorni - afferma il Consigliere Regionale, Simone Lupi - sono trapelate voci infondate secondo le quali il sottoscritto stesse influenzando le scelte dell' Amministrazione Comunale favorendo una proposta che portasse alla costituzione di tre istituti comprensivi. Nulla di più falso".


"Vi è da lodare il lavoro portato avanti dalle forze politiche di centrosinistra nel trovare una soluzione il più confacente all'esigenze del territorio - sottolinea il già Sindaco di Ciampino - in particolare il ruolo svolto sia dall'Assessore alla Pubblica Istruzione Emanuele Gentile che dal Sindaco Giovanni Terzulli".


"La proposta approvata - conclude Lupi - anche se non segue in pieno le linee guida proposte dalla Regione, è la migliore e la più utile a garantire e potenziare l'offerta formativa sul nostro territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento