menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FRUTTERIA_PIAZZA ciampino

FRUTTERIA_PIAZZA ciampino

Ciampino, vendite irregolari: sanzionate due frutterie

Esposizione dei prodotti agli agenti esterni, occupazione di suolo pubblico e bilance irregolari

Esposizione dei prodotti agli agenti esterni, occupazione di suolo pubblico e bilance irregolari

Nella giornata di oggi la Polizia Locale di Ciampino ha sanzionato due frutterie della città, a causa delle diverse irregolarità riscontrate nel corso di controlli di routine. Si tratta innanzitutto di multe dovute all'esposizione di frutta e verdura sui marciapiedi, che la Legge 283/1962 vieta, e secondo cui la messa in commercio di frutta tenuta all'aperto ed esposta a agenti inquinanti costituisce una violazione dell'obbligo di assicurare l'idonea conservazione delle sostanze alimentari. A ribadirlo ci ha pensato la Cassazione che, con una recente sentenza, ha confermato il sequestro convalidato dal Tribunale di Nola nei confronti di commercianti sorpresi a esporre o mettere in vendita all'aperto le cassette di alimenti. Le frutterie inoltre non hanno rispettato il regolamento relativo alla raccolta differenziata, sia per quanto riguarda il posizionamento dei bidoni sopra il marciapiede, sia per l'errato smaltimento dei rifiuti. Tra le altre irregolarità ci sono state anche la mancata indicazione di tracciabilità dei prodotti in vendita, e i rispettivi prezzi.

Ma oltre a questo, in uno degli esercizi era presente una sola bilancia utilizzata per il peso della merce, che però era di un modello risalente agli anni '80 e privo di qualsiasi etichetta di controllo, né della obbligatoria verifica periodica a cui tutte le bilance devono essere sottoposte. In un'altra frutteria invece, sebbene la bilancia risultasse più moderna, era comunque priva della verifica periodica. La Polizia Locale fa sapere che, per portare a termine questi controlli, ha a disposizione specifici pesi "campione" che, dotati di un'apposita certificazione internazionale, sono in grado di stabilire l'effettiva regolarità della pesatura.

Per ognuna di queste irregolarità sono state effettuate multe che vanno dai 50 ai 1.549,37 euro ciascuna. Infine, ai titolari degli esercizi è stato notificato sia l'obbligo di messa a norma della bilance, sia la diffida dal ripristino dei luoghi delle occupazioni non autorizzate di parte di suolo pubblico per la vendita degli alimenti.

Sara Marazza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento