rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Roma

Colleferro, 67enne di Paliano muore dopo quattro giorni di ricovero al pronto soccorso

Si potrebbe configurare come un caso di malasanità la morte di R. R.  67enne di Paliano, deceduto al pronto soccorso dell’ospedale di Colleferro dopo quattro  giorni di ricovero. La situazione, come ci è stata raccontata dai parenti, presenta...

Si potrebbe configurare come un caso di malasanità la morte di R. R. 67enne di Paliano, deceduto al pronto soccorso dell'ospedale di Colleferro dopo quattro giorni di ricovero. La situazione, come ci è stata raccontata dai parenti, presenta davvero molti lati oscuri che solo l'intervento della magistratura potrà, eventualmente, chiarire.

R.R. per gli amici di Paliano Jumbo, venerdì 27 febbraio viene ricoverato d'urgenza per alcune perdite di sangue e poggiato su una lettiga al pronto soccorso di Colleferro in attesa che si liberasse un posto presso il reparto. Qui - secondo il parente che ci ha raccontato l'episodio - gli avrebbero fatto le analisi del caso facendogli l'emoglobina e delle "iniezioni" di sangue.

Lunedì mattina, nonostante le condizioni ancora precarie, R.R discute della vittoria della sua amata Lazio stando addirittura in piedi al pronto soccorso e nel pomeriggio saluta la sorella verso le 15 , poi, improvvisamente, cade in coma fino alle 20.30 quando il suo cuore smette di battere.

La causa della morte è emorragia interna, cosi è scritto sul certificato medico. Il mattino di lunedì 2 marzo - ci dice un parente che lo aveva accompagnato in ospedale - ci eravamo mossi per trovare un posto al Campus Biomedico di Roma, dove R. aveva fatto la TAC e altre analisi e dove lo avrebbero potuto ricoverare dal pomeriggio. Era stata già allertata l'ambulanza per il trasporto all'ospedale romano dove in precedenza gli era stato diagnosticato un nodulo al colon, ma nulla di preoccupante, secondo i familiari, anche perché lo stesso R. aveva domandato se c'era pericolo di vita ed i medici romani una settimana fa lo avevano escluso.

La sfortuna ha voluto che proprio quando R. alle tre del pomeriggio di lunedì 2 Marzo avrebbe dovuto essere trasferito a Roma è entrato in coma ed i medici non lo hanno fatto più trasportare perché una forte emorragia interna lo stava facendo collassare. Intorno alle 20,30 di lunedì R. è morto sulla lettiga del Pronto Soccorso di Colleferro.

Fin qui i fatti che ci hanno raccontato i parenti che adesso stanno valutando di ricorrere alle vie legali.

Chi era R. R.? Anzitutto un caro amico, un laziale sfegatato, uno che credeva alla Lazio di Lotito e che anzi difendeva l'operato del discusso presidente bianco celeste. Intelligente e molto in gamba si è sempre fatto apprezzare nel suo lavoro da ragioniere per le sue doti umane e per la serietà che aveva.

R. era un compagnone, benvoluto dagli amici anche di altre fedi calcistiche e proprio con loro spesso il sabato sera si usciva per andare a cena in qualche locale del comprensorio. Era un lettore fedele del Messaggero, non ha mai cambiato giornale, una persona amata da tutta la città di Paliano che gli ha dato i natali e dove viveva da sempre.

I funerali si svolgeranno mercoledì 4 marzo alle ore 14,30 presso la chiesa di Sant'Anna.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, 67enne di Paliano muore dopo quattro giorni di ricovero al pronto soccorso

FrosinoneToday è in caricamento