Martedì, 26 Ottobre 2021
Roma

Colleferro, a fuoco la discarica di Colle Fagiolara. Un denso fumo invade la zona. Le reazioni di Alfieri e RETUVASA

Un incendio di discrete dimensioni si sta sviluppando in questi minuti nella discarica di Colle Fagiolara nel comune di Colleferro ai confini con quello di Paliano. Dalle 15 circa, un denso fumo nero si sta

Un incendio di discrete dimensioni si sta sviluppando in questi minuti nella discarica di Colle Fagiolara nel comune di Colleferro ai confini con quello di Paliano. Dalle 15 circa, un denso fumo nero si sta

alzando nella parte posteriore della grossa discarica quella che da verso il parco naturale della Selva ed in particolare verso la zona di Colle Rampo. Sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco di Colleferro per capire l'entità e per spegnere l'incendio aiutati anche dalla protezione civile di Valmontone. Nel frattempo un forte odore acre sta invadendo tutta la zona.

Sul posto il Sindaco Cacciotti ed altri componenti della giunta di Colleferro, mentre la polizia locale ha chiuso la strada di accesso alla discarica per motivi di sicurezza.

PRIME IPOTESI SULLE CAUSE DELL'INCENDIO

Secondo le prime ipotesi, potrebbe essere stata una scintilla ad innescare l'incendio poi alimentato dal vento. La scintilla potrebbe essersi generata a causa del contatto tra i cingoli di una ruspa che stava realizzando un terrazzamento su un'area non coltivata della discarica. I cingoli potrebbero essere venuti a contatto con del materiale ferroso e/o vetroso provocando la scintilla che con i rifiuti surriscaldati dalle alte temperature di questi giorni avrebbero preso fuoco.

In realtà le fiamme che si sono generate non sono state di particolare rilevanza proprio perché i rifiuti incendiati erano "inerti". Sul posto stanno operando 12 autocisterne dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile di Valmontone, dell'Avio, della soc. Corsi di Gorga, della soc. Testani di Palestrina, due messe a disposizione dal Comune di Colleferro. La maggior parte dell'acqua viene attinta da un capannone dello Slim. Sul posto è presente anche l'avv. Corrado Carruba Commissario Straordinario di Arpa Lazio dal quale il Sindaco Cacciotti ha ricevuto rassicurazioni riguardo al monitoraggio del livello di inquinamento dell'aria a partire da adesso e nelle prossime ore?

AGGIORNAMENTO: Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che l'incendio si sia sviluppato nel canale tra le montagne di rifiuti dove passano i cavi dell'alta tensione. Sarebbe stata una scintilla a far partire l'incendio con le fiamme che poi si sono alimentate con l'immondia. Sul posto anche il neo sindaco di Paliano Domenico Alfieri con altri rappresentanti della magggioranza. Il sindaco palianese ha chiesto l'interveto dell'ARPA ed ha diramato un avviso pubblico: Il sindaco di Paliano visto l'incendio sviluppatosi nella discarica di colle Fagiolara. Invita tutti i cittadini di Paliano, in particolare quelli di Colle Rampo, Cimate, S. Procolo,Poggio Romano, palianese sud e Fontana Barabba a stare all' interno delle proprie abitazioni con le finestre chiuse e limitare gli spostamenti ai soli casi urgenti.

Comunica inoltre che e' stata contattata ARPA Lazio la quale ha predisposto l' invio immediato di personale presso la discarica per installare Filtri e centraline di rilevamento nelle zone limitrofe, predisponendo una campionatura ad alto volume per la rilevazione della eventuale diossina emessa in prossimità degli impianti e nel territorio del comune di Paliano. Sarà cura del comune dare ulteriori comunicazioni in merito.

"L'incendio di oggi a Colle Fagiolara, nel Comune di Colleferro, rafforza ulteriormente la nostra convinzione - spiega Alfieri in una nota stampa - qualora ce ne fosse stato bisogno, che il territorio di Paliano e quello limitrofo hanno pagato un prezzo troppo alto finora a causa della presenza degli impianti per il trattamento per i rifiuti. Lo abbiamo detto in campagna elettorale e lo ripetiamo oggi che stiamo al governo della città: la discarica di Colle Fagiolara deve essere chiusa, così come daremo battaglia contro la nascita di qualsiasi ulteriore insediamento di altri impianti compreso il TMB (Trattamento Meccanico Biologico). E' nostra ferma volontà, inoltre, coinvolgere immediatamente i Sindaci dei Comuni limitrofi, le associazioni ambientaliste e tutti i cittadini disposti a collaborare per intraprendere una decisa lotta all'appesantimento dell'intera Valle del Sacco sotto il profilo ambientale".

Di seguito la nota stampa dell'Ass. ambientalista RETUVASA

Nella discarica di Colleferro, a Colle Fagiolara, destinataria di rifiuti indifferenziati, intorno alle ore 15,00 di mercoledì 11 giugno 2014, sono intervenuti Vigili del Fuoco e Forze dell'ordine per domare un improvviso incendio divampato all'interno del sito su uno dei pendii rivolti a nord, interessando un ampio fronte.

Tutti hanno potuto constatare l'esistenza di una densa nube nera, come testimoniano le numerose foto pubblicate su Facebook e sui siti locali, oltre che sulle testate giornalistiche on line.

I primi ad essere allarmati sono stati i residenti lungo la Via Palianese, che abitano di fronte al sito di discarica e che hanno immediatamente avvisato le associazioni ambientaliste locali, che si sono recate tempestivamente sul posto per solidarizzare con loro e segnalare l'accaduto al Nucleo Operativo Ecologico (NOE) dell'Arma dei Carabinieri.

I cittadini non dispongono sul sito istituzionale del Comune di Colleferro di un numero per ricevere informazioni, rassicurazioni e indicazioni; a questa carenza, anche in tale circostanza, hanno svolto un ruolo di supplenza le associazioni ambientaliste, con i propri limitati mezzi, ma con un sapiente uso della rete e dei social network.

"Questo nuovo grave episodio, di cui attendiamo di conoscere le cause " dichiara Alberto Valleriani della Rete per la Tutela della Valle del Sacco, " è la conseguenza di una gestione non correttamente programmata della coltura di discarica e delle misura di sicurezza e controllo del sito". "Ci preoccupa, inoltre, la condizione in cui operano gli addetti, in quanto sono i primi, insieme ai residenti, a dover subire gli effetti tossici e nocivi. Il tutto rende la situazione inaccettabile.".

"Questi impianti ad alto rischio ambientale richiedono rigorose misure di sicurezza per la salvaguardia della salute dei cittadini; infatti il Sindaco di Paliano, ha adottato immediatamente un'ordinanza cautelativa. Attendiamo che il Sindaco di Colleferro faccia altrettanto informando la cittadinanza riguardo le cause dell'incendio e le cautele da adottare" commenta Ina Camilli, del Comitato Residenti Colleferro.

Non è accettabile a nostro avviso, che a fronte dello stesso evento, i comportamenti degli enti locali siano difformi nei tempi e modalità, tanto più che il centro urbano di Colleferro è più vicino alla discarica del centro di Paliano .

Numerosi i commenti sui Social Network, che riferiscono della propagazione nell'atmosfera di fumi e odori da collegare all'incendio; forti le preoccupazioni e molto determinate le richieste di chiusura definitiva del sito.

Di fronte alla nuova preoccupazione che si è diffusa nella Valle del Sacco il Sindaco di Colleferro deve convocare il Consiglio Comunale in seduta straordinaria per riferire su cause ed effetti dell'accaduto, per richiedere ad ARPA Lazio di accertare l'eventuale presenza di elementi inquinanti nei terreni circostanti la discarica, per prevedere l'installazione di un sistema di misurazione in continuo per il biogas quotidianamente emesso, nonché valutare quali azioni intraprendere nei confronti della società di gestione regionale Lazio Ambiente SpA.

La gravità di questo episodio conferma la fondatezza delle continue denunce delle associazioni e dei residenti, che ritengono inadeguata la gestione del sito che non risponde ai requisiti di sicurezza previsti dalla normativa europea e nazionale.

E' accertato che il sito, allo stato attuale, è illegale.

Le associazioni ed i cittadini ne chiedono l'immediata chiusura e bonifica, senza ricorrere ad ulteriori espedienti che ne prolunghino la vita, aumentando in modo esponenziale ed ogni giorno i fattori di rischio.

(in foto i momenti in cui si vede il fumo che esce dalla discarica)

In aggiornamento con foto e video

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, a fuoco la discarica di Colle Fagiolara. Un denso fumo invade la zona. Le reazioni di Alfieri e RETUVASA

FrosinoneToday è in caricamento