Roma

Colleferro Cacciotti: "al prossimo scherzetto potrei anche dimettermi"

“Quello che è successo in Consiglio comunale non è un fatto politico ma un problema di comunicazione, tuttavia non è stata certo una bella cosa”. A parlare è il sindaco Mario Cacciotti che spiega la mancata

"Quello che è successo in Consiglio comunale non è un fatto politico ma un problema di comunicazione, tuttavia non è stata certo una bella cosa". A parlare è il sindaco Mario Cacciotti che spiega la mancata approvazione, nella seduta consiliare di mercoledì scorso, del punto all'ordine del giorno riguardante l'Imposta Unica Comunale (IUC), determinazione delle aliquote TASI per l'anno 2014, a causa del voto contrario dei tre consiglieri di maggioranza Giuliani, Rossi e Sofi. "Gli stessi consiglieri hanno subito spiegato in Consiglio che non si trattava di una questione politica - dice il Sindaco Cacciotti - e che essi continuano a sostenere questa maggioranza, tuttavia sarebbe stato opportuno chiedere spiegazioni, come poi è stato fatto, e si sarebbe chiarita ogni cosa senza arrivare in quel modo alla votazione. Mi auguro che fatti simili non si verifichino mai più, in caso contrario non escludo che potrei anche arrivare a dimettermi, perché i problemi di Colleferro vengono prima di tutto".

Dopo una breve pausa per una riunione di maggioranza, successiva alla votazione del suddetto punto, i consiglieri rientrati in aula hanno infatti votato e approvato, con i 10 voti a favore della maggioranza e i 5 contrari dell'opposizione, il punto successivo relativo sempre alla stessa Imposta Unica Comunale (IUC) circa la componente TARI (Tassa Rifiuti), per la determinazione delle rate di versamento e modalità di riscossione per l'anno 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro Cacciotti: "al prossimo scherzetto potrei anche dimettermi"

FrosinoneToday è in caricamento