menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Colleferro, Cacciotti continua la sua battaglia per l'Ospedale cittadino

Colleferro, Cacciotti continua la sua battaglia per l'Ospedale cittadino

Colleferro, Cacciotti continua la sua battaglia per l'Ospedale cittadino

Si è tenuto, sabato scorso presso la sala Konver, un interessante convegno dal titolo “Controversie nella pratica endoscopica”, organizzato dalla Asl RmG, UOC di Chirurgia generale dell’ospedale di Colleferro, UOS di endoscopia digestiva con il...

Si è tenuto, sabato scorso presso la sala Konver, un interessante convegno dal titolo "Controversie nella pratica endoscopica", organizzato dalla Asl RmG, UOC di Chirurgia generale dell'ospedale di Colleferro, UOS di endoscopia digestiva con il patrocinio del Comune e della Società Italiana di Endoscopia.

Prima di iniziare l'intensa giornata di lavori, introdotta dal prof. Domenico Carnì e dal dr. Mauro Del Papa, le autorità presenti, nelle persone del sindaco Mario Cacciotti, della Resp. UOC Personale infermieristico dell'Asl RmG Cinzia Sandroni e del Presidente regionale ISSE Paolo Trentino, hanno dato il loro saluto aprendo i lavori. "Il vostro impegno in questo territorio è importante e lo svolgete con grande professionalità - ha detto il sindaco Cacciotti rivolgendosi alla vasta platea di medici e operatori sanitari -. C'è bisogno di potenziare le strutture in cui operare e invece purtroppo assistiamo a continui tagli per riparare l'economia dello Stato. E dove si taglia? Su sicurezza e salute, dove invece si dovrebbe investire. Contro questa tendenza abbiamo lottato a lungo, riuscendo ad impedire la chiusura del Commissariato di Polizia e dell'Ospedale. Sono però soddisfatto solo all'80 per cento perché se è certo che l'ospedale non chiuderà non è accettabile che vengano spostati servizi importanti come l'Ostetricia e la Neonatologia. Non si capisce perché questo servizio debba essere tolto a Colleferro e rimanere a Palestrina se entrambi non raggiungono il numero annuo di parti contemplati dal documento dell'Asl. Non è una questione di campanile ma di logistica. L'ospedale di Colleferro è situato in una zona centrale di un vasto comprensorio, riferimento per tanti comuni sia della provincia di Roma sud che di quella di Frosinone e perciò è il più adatto ad avere questo importante e delicato servizio". "Per il resto - ha continuato Cacciotti -, come sappiamo, le notizie sono buone. Alcuni reparti verranno potenziati, come la Medicina e la Rianimazione, con ulteriori posti letto. Non voglio dire che questo è solo merito del Sindaco ma di tutto il territorio e degli altri sindaci che hanno sostenuto questa battaglia, perché l'ospedale non è solo di Colleferro ma di tutto il comprensorio. Ora però dovremo vigilare su come si apporteranno queste modifiche, per quanto riguarda ad esempio la Radiologia, i Laboratori. Insomma stiamo comunque in guardia. Il prossimo anno saranno i 70 anni di vita del nosocomio, vogliamo festeggiarli con soddisfazione e senza motivi di amarezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento